Manutenzione del Gruppo Elettrogeno: Batterie

1.      Batterie di avviamento

Perché un paragrafo dedicato solo alle batterie di avviamento?

Semplice, perché se non sono ben mantenute ed in efficienza, il gruppo elettrogeno non partirà!

Nel più fortunato dei casi, il motore diesel è equipaggiato di avviamento ad aria compressa, ma lo lasceremo appunto ai casi specifici, uno degli altri optional speciali che possono essere aggiunti ai motori diesel e che come detto affronteremo in un altro articolo.

Ma dato che sei stato attento già all’inizio di questo articolo, ed avendo per prima cosa eseguito un tentativo di avviamento del motore sai che la batteria è funzionante.

Le batterie di avviamento sul mercato sono ormai di svariato tipo, e si differenziano per marche, modelli, caratteristiche.

Per semplificare la discussione, faccio una sforbiciata a due categorie fondamentali andando a “quelle di tipo ermetico” e “quelle a riempimento” ( più comunemente definite nel gergo degli operatori “batterie senza tappi” o “batterie con i tappi” ).

Le batterie cosiddette di tipo ermetico non danno la possibilità di controllo del livello di liquido elettrolito nei singoli elementi, salvo alcune delle più recenti generazioni che presentano un piccolo foro “spia” sul coperchio superiore che presenterà un cambio di colore in relazione al decadimento del liquido interno.

Puoi dunque avvalerti di tutti i controlli esterni visivi e di quelli elettrici per definire se la batteria è più prossima al suo fine vita o se è ancora in buono stato; per iniziare, dopo avere opportunamente disalimentato il caricabatteria statico nel quadro, devi scollegare i due morsetti ai poli della batteria, e posizionandoti con il tuo tester ne misurerai la tensione di carica a vuoto. In questa condizione di riposo, e non mantenuta dal caricatore, la tensione non dovrà scendere sotto il valore  minimo indicato dal costruttore, ma comunque non sotto i 12V .

batteria_gruppo_elettrogeno

Se ne sei provvisto, puoi utilizzare uno strumento specifico di quelli che eseguono il processo di scarica e carica e che ti stampano un piccolo report con il dato prestazionale.

Ora puoi pulire bene i due poli della batteria e ricollegare i morsetti, prima il positivo e poi il negativo, senza esagerare troppo nell’avvitare il bulloncino di serraggio. Il fissaggio deve essere fatto in modo che il polo sia ben stretto affinché non si possa muovere, ma senza danneggiare il morsetto o lo stesso polo ( soprattutto questi ultimi, sono molto “morbidi” ).

Puoi anche usare uno spray (facilmente reperibile in commercio) che crea una patina protettiva sul polo.

Dopo aver rialimentato il caricabatteria, ora puoi misurare la tensione ai poli, e con una pinza amperometrica misurare l’assorbimento ai fili dello stesso alimentatore per accertarti che rimanga nei limiti previsti e che raggiunta la tensione idonea lavori correttamente riducendo gradualmente la corrente di carica.

Ma ritorniamo alle batterie sopra denominate “con i tappi” ; ne troverai uno in corrispondenza di ogni elemento e provvederai ad aprire non prima di esserti munito di guanti, occhiali e mascherina di protezione. È possibile riportare a livello il liquido elettrolito, aggiungendo dell’acqua distillata, venduta appositamente per il rabbocco delle batterie di avviamento; puoi usare anche uno comodo rabboccatore semiautomatico come questo in figura sotto, che autonomamente si ferma quando il liquido  è a livello.

Se ne sei sprovvisto ed esegui il rabbocco con un piccolo imbuto, allora le due linee laterali sul corpo della batteria che indicano i livelli MIN e MAX del liquido, ti saranno di aiuto.

Una cosa fondamentale che DEVI sapere, è che non devi MAI rabboccare una batteria con dell’acido nuovo, ma ESCLUSIVAMENTE con acqua distillata; altrimenti è alto il rischio che il nuovo acido impatti rapidamente con gli elettrodi carichi generando un’esplosione dello stesso.

Sconsiglio anche il riempimento della batteria nel caso in cui all’apertura dei tappi sia evidente che gli elementi sono completamente asciutti; ciò è indice di cattiva manutenzione precedente, una carica troppo elevata dal caricabatterie o un problema della batteria stessa. Gli elementi asciutti e mantenuti in carica possono essere surriscaldati ed aver creato dei “gas” che a contatto con l’acqua distillata  che andrai ad aggiungere possono scatenare pericolose reazioni.

 

Manutenzione del Gruppo Elettrogeno: Alternatore


ATTENZIONE: Le seguenti informazioni sono riservate esclusivamente a personale tecnico qualificato e che ha svolto una formazione specifica su tutti i rischi riconducibili al gruppo elettrogeno ed al rischio di folgorazione.

Leggere attentamente i manuali forniti dal costruttore.


 L’alternatore…questo essere sconosciuto.

Tanto è l’elemento chiave del gruppo elettrogeno, tanto è trascurato.

Si è portati a pensare che sia il motore l’elemento di fatica, e che invece l’alternatore non sia altro che due avvolgimenti messi in rotazione, i quali generano elettricità.

Ma è  grazie alla macchina elettrica che il generatore viene definito tale, perché è proprio lei che…genera!

“I controlli meccanici “ :

Spesso capita che il nostro staff si preoccupa di rimuovere le griglie di protezioni della ventola o dello scudo posteriore per i controlli di routine, e mi sento dire dal Cliente che mai ha visto prima smontare quelle parti.

Da qui è possibile accedere al giunto\dischi\gommini o quanto altro tiene l’accoppiamento tra il motore e l’alternatore; solo così si può verificare visivamente l’integrità dei serraggio dei dischi.

La ventilazione dell’alternatore è per aria forzata, che viene aspirata posteriormente e dopo aver attraversato gli avvolgimenti viene spinta fuori dalla ventola; perciò solamente rimuovendola la potrai pulire internamente e liberare le vie d’aria scongiurando sovratemperature.

Accedendo dallo scudo posteriore puoi misurare l’intraferro ( distanza tra il rotore e lo statore )utilizzando un apposito spessimetro e confrontando i valori con i dati del costruttore; una diminuzione o aumento dell’intraferro può facilmente segnalare un movimento anomalo del cuscinetto.

L’ingrassaggio del cuscinetto deve essere eseguito secondo le cadenze annuali o ore lavorate indicate sulla targhetta identificativa dell’alternatore stesso; se presti attenzione la targa riporta anche il tipo di grasso da utilizzare.

 

alternatore.jpg

“i controlli elettrici “:

Potrebbe rientrare nei “controlli meccanici” ma avendo a che fare con i cavi di potenza possiamo ricordarcelo anche ora: mi riferisco alla verifica dei cavi di potenza posti all’interno della cassa superiore; una sezione dedicata del manuale d’uso ti indica la coppia di serraggio dei cavi ai morsetti di potenza.

L’occasione è buona anche per verificare se ci sono segni di ruggine o ossidazione ai capicorda o se sono presenti incrinature degli isolatori.

Finito con i cavi di potenza, puoi controllare tutti i fili degli ausiliari che vanno alla morsettiera, cercando di essere delicato con quest’ultimi soprattutto se operi in un alternatore un po’ datato, è facile che si rompano a causa della plastica deteriorata.

Prima di richiudere tutto avrai anche dato un occhiata agli avvolgimenti, usando una lampada ben luminosa, così puoi sincerarti che non ci siano grossolani allentamenti o sporcizia ( tratterò più avanti in questo articolo l’argomento “pulizia” ).

Le “misure”:

Per evitare danni alle utenze del Cliente, è assolutamente necessario misurare la tensione e la frequenza con uno strumento, periodicamente tarato e certificato. (Tarato e certificato in conformità con un sistema di qualità).

Devi verificare che la tensione a vuoto sia nei valori di soglia come da targa del generatore ( 400, 380, 230V etc) e che non si discosti dai limiti previsti; confronta poi i valori con quelli della manutenzione precedente, per verificare se ci sono state variazioni che ti possano anticipare un problema di rendimento dell’alternatore o un problema del regolatore di tensione.

Ora puoi richiudere la cassa di potenza dell’alternatore, stringere bene i bulloni del coperchio e sincerarti che ci siano ancora gli adesivi col simbolo per la segnalazione di pericolo elettrico, altrimenti sarà tua premura procurarne di nuovi.

I Gruppi Elettrogeni Orefice sono equipaggiati con Alternatori Mecc Alte ; Stamford ; Marelli ; Leroy Somer

Manutenzione del Gruppo Elettrogeno: Motore

Manutenzione del Gruppo Elettrogeno

2.      Il motore

Come ho detto, non scriverò a riguardo del tagliando, ma mi limiterò a dare un suggerimento: “utilizza sempre lubrificanti di buona qualità, con le caratteristiche approvate dal costruttore.”

Quasi sempre si ha a che fare con un motore diesel che in molti anni avrà accumulato poche ore di funzionamento, perciò se ti avvali delle eccellenti caratteristiche dei prodotti di oggi, non avrai problemi nel mantenere in buone condizioni il diesel e, ( ma te lo dico strizzando l’occhiolino ) forse non sarà nemmeno necessario sostituirlo ogni anno, poiché lo prevedono anche i manuali dei motori.

 Credit Navistar Inc.

Credit Navistar Inc.

Un professionista, è in possesso di manuali e li utilizza...

Alcuni sono convinti che utilizzare il manuale sia sinonimo di scarsa professionalità, poichè se si utilizza il manuale significa che non si è competenti e si deve ricorrere ad una guida. In realtà seguire le istruzioni di un manuale è sinonimo di professionalità ed è una garanzia per il Cliente. I Manuali contengono dati fondamentali su procedure e valori utili per i serraggi.

Consapevole che la cadenza del cambio olio e filtri è ben definita dal costruttore e che non per tutti è obbligatoria la sostituzione annuale se utilizzi i consumabili di primaria marca.

Così facendo avrai più tempo per concentrarti su quegli organi che, nella lunga noiosa vita del motore da gruppo elettrogeno in stand-by, non hanno modo di mantenersi in esercizio e rischiano di diventare “lenti” e “svogliati”, come i leverismi della pompa di iniezione, le punterie, il tendicinghia, l’alternatore o il motorino di avviamento, etc etc etc.

Controlla il serraggio dei morsetti sui bulbi e verifica con pazienza lo stato dei connettori lungo il cablaggio elettrico a bordo motore (sempre più presenti e numerosi sui diesel di nuova generazione).

Ecco un tipico programma di manutenzione del motore:

....Manutenzione dei Gruppi Elettrogeni..Power Generators Maintenance..Entretien Générateurs....

....

La manutenzione del gruppo elettrogeno

Spesso erroneamente si scambia la manutenzione del gruppo elettrogeno con il tagliando del motore, e se è vero che il tagliando al motore è una delle attività principali della manutenzione dei gruppi elettrogeni, bisogna tenere presente che la sostituzione di olio e filtri non sempre corrisponde ad una vera manutenzione essendo  questa solo una delle tante attività che compongono “la manutenzione”.

Naturalmente un officina non specializzata in manutenzione di generatori avrà interesse nel far passare per manutenzionato un generatore che in realtà dopo 5000 ore non ha mai fatto una verifica di isolamento.

Non vogliamo demonizzare il tanto venduto tagliando motore, ma piuttosto mettere in evidenza un fatto indiscutibile, ovvero che la manutenzione di un gruppo elettrogeno non è completa se non sai come farla.

Hai un manutentore di fiducia? E’ lo stesso manutentore che fornisce assistenza sul tuo impianto elettrico, sulla Caldaia o addirittura sulla tua Automobile? Una cosa è l’amicizia, un'altra cosa sono gli affari, dove la professionalità ha un peso.

Il tuo manutentore verifica il piano di manutenzione prima di intervenire sul tuo gruppo elettrogeno? Ad ogni intervallo di ore corrisponde una tipologia di manutenzione, in particolare per i gruppi elettrogeni in funzionamento continuo, tale intervallo è stato rispettato?

Se sei un imprenditore, non dimenticarti che il gruppo elettrogeno è una macchina, e che come tale espone il tuo personale a rischi derivanti dall’utilizzo, pertanto è necessario che esso sia sempre efficiente e sicuro.

 

Dovrei fare manutenzione anche se non utilizzo il Generatore?

Se non utilizzi il gruppo elettrogeno devi comunque eseguire una manutenzione ogni dodici mesi.

I lubrificanti e gli elementi filtranti, così come indicato dai rispettivi produttori, hanno una scadenza, come lo yogurt: anche se non lo consumi ad un certo punto lo devi gettare via. (smaltire). Il lubrificante, anche il Sintetico migliore, dopo un certo arco di tempo perde le sue proprietà lubrificanti e non è in grado di garantire le sue prestazioni.

Se sei un manutentore professionista leggi l’articolo che segue. (A cura di Alessandro Nomicisio)

..

The generator set maintenance.

The generator set maintenance is often mistakenly exchanged with the engine service. It is true that engine service is one of the main activities of diesel generator maintenance. However, it should be noted that oil and filters’ replacement do not always correspond to true maintenance this being just one of the many activities that are part of "maintenance".

Obviously, a non-specialized workshop will have the interest to pass off as a checked generator that actually, after 5000 hours, it never had  an insulation test.

Far be it for us to demonize the so much sold engine service but rather to highlight an indisputable fact, which is that a diesel generator maintenance is incomplete if you don’t know how to do it.

Do you have a trusted maintenance man? Is it the same maintenance technician who provides assistance on your electrical system, on the Boiler or even on your car? Don’t confuse friendship and business relationship.

Does your technician check the maintenance plan before working on your generator? At each hours intervals corresponds a type of maintenance, in particular for the generating sets in continuous operation. Have such intervals been respected.

If you’re an entrepreneur don’t forget that the generator is a machine and therefore it exposes your personnel at risks deriving from use. That’s why it is important that it should be always efficient and secure.

Should I do the service even if I didn’t use the generator?

If you do not use the generator, you still have to perform a maintenance every twelve months.

Like yoghurt, Lubricants and filter elements, as indicated by their respective manufacturers, have a deadline. even if you do not consume it at some point you have to throw it away

Lubricants loses its lubricating properties after a certain period of time and are unable to insure their performance.

If you are a skilled maintenance man, you should read the below article.

....

power_generator.JPG

....

MANUTENZIONE DEL GRUPPO ELETTROGENO, COME LA FA UN PROFESSIONISTA .

“ Abbiamo un problema con il gruppo elettrogeno che non si avvia, potete intervenire? E’  urgente! “

-        Certo, interveniamo subito, intanto posso sapere quando avete fatto eseguire l’ultima manutenzione, e quali siano state le ultime attività manutentive ? –

-        La manutenzione è sempre stata fatta, ma non sappiamo quando e nemmeno esattamente cosa sia stato fatto…sicuramente olio e filtri.”

Quante volte ho avuto un dialogo simile con un nuovo Cliente!

Da qui in poi, se andrai avanti a leggere significa che sei un professionista, quindi perfettamente al corrente  di come è composto un gruppo elettrogeno, e sai bene quanto siano insufficienti le attività ed i controlli sopra detti per poter dire che la macchina è funzionale e la manutenzione è completa ed eseguita in piena regola. Se invece ti fermerai qui allora continuerai a fare un generico tagliando al motore convinto che sia quello l’elemento chiave del generatore.

1.      Da dove iniziare...dall'aviamento

Alcuni potrebbero non essere d’accordo su questo primo passo, ma a me piace partire dal presupposto base che il gruppo elettrogeno deve essere funzionante, altrimenti è facile incappare nell’inconveniente dell’aver eseguita tutta la manutenzione per poi scoprire tuo malgrado, e magari solo ore dopo, che a causa di un’anomalia il gruppo elettrogeno non sarà in servizio all’utenza del Cliente. 

Quindi dopo aver controllato i livelli del refrigerante e dell’olio motore, è opportuno eseguire una messa in funzione della durata di qualche minuto accertando che non via siano evidenti anomalie, e non sono presenti problematiche grossolane ( es. perdite di liquidi motore ). Solo allora si potrà arrestare il generatore, mettendolo in stato di fermo ovvero in posizione di “OFF”, (eventualmente scollegando le batterie di avviamento) per procedere con la manutenzione.

I migliori manuali di uso e manutenzione non lo dicono, ma la migliore manutenzione inizia con un test di avviamento tale da stabilire che prima della manutenzione il generatore era perfettamente funzionante.

Non è difficili immaginare quanto possa essere difficile dovere dimostrare a manutenzione completata che un difetto era presente già da prima del nostro intervento.

Nel prossimo articolo parleremo del Motore..,

..

Diesel generating set maintenance: How to perform it by a professional

“We have a problem with the generator that does not start, Could you intervene please? It’s urgent”

“of course we can. Meanwhile, could I know when you have performed the last maintenance what were the last maintenance activities?”

“Maintenance has always been done but we don’t know when or exactly what was done. Oil and filters change for sure”

How many times have I had a similar dialogue with a new customer!

From now on, if you go on reading it means you are a professional, so perfectly aware of how a generator is composed and you know how insufficient the above mentioned activities and controls are, to confirm that the machine is functional and a full scale maintenance is performed. If instead you will stop here then you will continue to make a generic service engine convinced that this is the key element of the generator.

From where to start? From the start up.

Some may disagree on this first step but I like starting from the premise that the gens et must be working otherwise it is easy to run into the inconvenience of having performed all the maintenance and then to find out that due to an anomaly the generating set will not be in service.

Then after checking the coolant and engine oil levels, it is advisable to carry out a few minutes lasting commissioning ensuring that no anomalies are evident and there are no gross problems (e.g. engine fluid leaks). Only then the generator can be shut down  in "OFF" position (if necessary disconnect the starter batteries) to proceed with the maintenance.

The best use and maintenance manuals don’t mention it but the best maintenance starts with a start-up test such as to establish that before the maintenance the generator was fully functional.

It is not difficult to imagine how difficult it can be to prove to complete maintenance that a defect was present even before our intervention

It’s not a stretch to imagine how difficult it can be to prove after maintenance is complete that a defect was present before our intervention.

In the next article we will talk about the engine.

....

....Case History: Generatore sempre sotto controllo con Display Remoto. .. Case History: Power Generator under control with Remote Display. ....

....Gestire un Generatore a distanza è facile anche senza rete, se hai a disposizione la soluzione e la tecnologia giusta.

 La gestione in Remoto di uno o più dispositivi è ormai un’esigenza comune a molte applicazioni, anche se tale esigenza non è ancora così diffusa come dovrebbe quando si tratta di Gruppi Elettrogeni.

Un nostro Cliente, che in Svezia si occupa di servizi di noleggio per eventi cinematografici, ha deciso di rinnovare la sua flotta di generatori con i nostri nuovi Generatori Orefice Tesla sfruttando la possibilità di gestire il generatore in remoto.

Il problema principale del Cliente era quello di non avere la gestione ed il controllo del generatore direttamente nella sua postazione di regia, dovendo di conseguenza necessariamente dotarsi di un assistente dedicato al monitoraggio costante del generatore.

Chi si occupa di Service Audio conosce perfettamente il problema: monitorare costantemente i parametri del generatore ed il livello di carburante è indispensabile per prevenire problemi. Fornire servizi per eventi oggi significa garantire un servizio a 360°, e sicuramente non tenere sotto controllo il generatore potrebbe rivelarsi un grosso errore.

Una criticità comune a tutti i sistemi di gestione remota è l’affidabilità del sistema, spesso soggetto a problemi nella configurazione di rete locale, nella disponibilità di rete WiFi, nel livello di complessità stesso del sistema, etc etc.

..

If you have the right  solution and technology, monitoring a generating set remotely  is an easy task even without main.

Remote control of one or several devices is by now a common need for many applications although such need is not yet widespread when dealing with diesel generators.

One of our costumer who in Sweden deals with rental services for motion picture events decided to renew his generators fleet with our new Tesla generating sets taking advantage of  the remote management of  the generators.

His main problem consisted in not having  the direct command of the generator from his workstation and consequently he had to dedicate an assistant just to monitor the generating set constantly.

Who’s working on audio services absolutely  knows the problem: Supervising permanently the generator’s parameters and the fuel level is essential to avoid problems.  Providing events’ services means to ensure a flawless work and not getting the generator under control is for sure a big mistake.

There’s a common concern  in most remote control  systems and it consists in the reliability of the system , often subject  to local network’s configuration problems, Wi-Fi availability and even in the complexity of the system itself.

....

generatore remoto

....

La nostra soluzione è stata subito accolta e accettata dal Cliente perché è sembrata decisamente la più affidabile.  Abbiamo dotato il quadro di distribuzione di un pannello Display Remoto connesso al pannello di controllo principale del Generatore VEO, con un cavo seriale RS485.

Perché RS485? La semplicità della trasmissione seriale RS485 lo rende uno dei sistemi di trasmissione dati ancora tra i più affidabili e veloci in circolazione, infatti fino a 10 metri di distanza può raggiungere una velocità di 35Mpbs, ed infine è anche uno dei sistemi più economici e pratici da installare.

..

Our solution has been accepted by the customer since it seemed to be the most reliable one. We equipped the switchboard with a remote display panel connected to the VEO main controller of the generating set with a serial Port RS485.

Why RS485? The simplicity of the RS485 serial transmission make it the fastest and most trustworthy data transmission system. Indeed, within 10 metres distance it can reach a speed of 35Mpbs and it is also a cheap and easy to install system.

....

display veo remoto

.... Come funziona il nostro Display Remoto?

Il display remoto replica perfettamente il display del generatore permettendo di operare come se l’operatore fosse proprio davanti al generatore. Tutti i messaggi ed i parametri del generatore vengono visualizzati contemporaneamente sul display principale e sul display remoto.

..

How does our remote display work?

It perfectly reproduces the generator’s display allowing to work as if the operator were in front of the generator. All the generator’s parameters and messages  are shown simultaneously on both displays.

....

....

Perché non un sistema Wireless?

Francamente, in un ambiente come quello di un evento cinematografico o in generale nel backstage di un qualsiasi evento commerciale, dove sono stesi sul pavimento centinaia di fili elettrici, ha senso gestire il generatore con un sistema senza fili? Noi crediamo di no, e nonostante la soluzione wireless fosse forse più remunerativa per noi, siamo certi non sia la soluzione giusta per il cliente.

Vuoi vedere come funziona? Ecco un breve video di pochi secondi!

..

Why not a Wireless system?

Actually, in a context such as that of a motion picture event or any other commercial event where hundreds of electrical wires are lying on the floor, managing the generating set  with a wireless system doesn’t make any sense. At least we believe it isn’t the best solution for our customer even if it would be more lucrative for us.

Watch the below Video...

 

 

 

 

 

 

 

Middle East Electricity 2018 Show Report

....

Immagina un evento che vede riunirsi i principali costruttori mondiali del settore Power Generation, e dove contestualmente si riversano quotidianamente migliaia di distributori e rivenditori dello stesso settore, interessati a confermare partnership o stringerne di nuove: questo è il Middle East Electricity di Dubai.

Anche quest'anno abbiamo preso parte alla manifestazione, esponendo il nostro generatore ed accogliente i visitatori presso lo stand S3.B60, dal design nuovo e accogliente, in linea con il nostro stile sempre al passo coi tempi.

Partecipare al Middle East Electricity è, oltre all'occasione di incontrare Clienti e Distributori, l'occasione per raccogliere i feedback del mercato per cercare di interpretare le nuove tendenze capire l'andamento del settore.

..

Think about an event where the leading world’s constructors of the Power Generation industry are all gathered together with thousands of distributors and resellers that come every day,  keen to confirm old partnership and to embrace new ones. This is Dubai Middle East Electricity.

Once again this year we’ve taken part in the exhibition, displaying our generating set and welcoming the visitors at our beautifully designed booth that embodies our brand and brings it up with the times.

Exhibiting at the Middle East Electricity not only gives a powerful platform for meeting new customers and distributors as well as reaching out old clientele, but also a great opportunity to learn  which direction the industry is going in.

....

....

La partecipazione è stata numerosa anche quest'anno, con visitatori provenienti da ogni parte del mondo, ed in particolare da Asia, Africa e Medio Oriente.

Il nostro gruppo elettrogeno TP20 KOMP, dalle dimensioni super compatte, ha trovato il favore dei visitatori, in particolare di quelli tecnicamente più preparati, che stentavano a credere come un gruppo elettrogeno silenziato da 20kVA completo di tutti gli optional potesse stare in soli 140cm di lunghezza.

Il primo giorno abbiamo avuto il piacere e l'onore di ricevere la Sig.ra Console Generale d'Italia a Dubai,Dottoressa Valentina Setta, accompagnata dal suo Staff ed insieme al Dott.Giampaolo Bruno, ICE Trade Commissioner, durante l'incontro abbiamo avuto  l'opportunità di parlare della nostra azienda ed esporre il  nostro piano di internazionalizzazione nell'area del Golfo.

..

There was, as usual,  a strong international participation to the trade show. Visitors were from all around the world, especially from across the region, Asia and Africa.

With its  super compact dimensions, our TP20K generating set had a great success among the visitors especially the technically skilled ones who were facing difficulties to believe  how  a real soundproof 20kVA diesel generators fully equipped could fit in only 140cm long . It’s fantastic to see

On the first day of the show trade we had the honour to receive the Consul General of Italy to Dubai Valentina Setta accompanied with her staff together with ICE Trade Commissioner Giampaolo Bruno. We had a very productive meeting and were able to discuss the great progress we have made and to set out our internalization policy within the area.

....

console_dubai

....

Dopo il successo di questa edizione, si torna con i piedi per terra e si lavora sodo per sviluppare le migliori soluzioni per i nostri Clienti, e coltivando tutti i nuovi contatti acquisiti come sappiamo fare.

Appuntamento a Dubai per il prossimo #MEE2019

..

Back on the ground after the success of this edition, we have to work hard to develop the best solutions for our customers and to cultivate the process of building relationships with the new ones.

Already looking forward to the next edition #MEE2019

....

 

 

 

Avviare motori elettrici con un Gruppo Elettrogeno

Avviamento motori elettrici con un gruppo elettrogeno.

Se fossimo crudeli e senza scrupoli, potremo semplicemente fare un copia-incolla delle formule necessarie a calcolare la potenza di un gruppo elettrogeno noto l’assorbimento di un motore elettrico, ma vogliamo rendere questo argomento il più semplice possibile, trattandolo senza complicare le cose, e soprattutto fornendo consigli pratici e non teorici.

Devi avere a disposizione tutti, ma proprio tutti i dati del motore elettrico da alimentare, e nel caso di una batteria di motori, devi conoscere la sequenza di avviamento.

Il tutto è finalizzato alla scelta ed al dimensionamento di un generatore per alimentare uno o più motori elettrici.

Analizziamo prima di tutto quali sono le variabili principali da considerare:

  • La sequenza di avviamento o la contemporaneità di avviamento ed i relativi tempi di inserzione.
  • La tipologia di avviamento, se avviamento stella-triangolo oppure diretto.
  • La caduta di tensione durante l’avviamento.

Alla luce dei tre fattori sopra riportati, la scelta di un gruppo elettrogeno per l’alimentazione di un motore elettrico non è semplice, ma soprattutto non è vincolata dalla sola potenza del motore.

Durante l’avviamento, la corrente assorbita da un motore asincrono è pari ad N volte la corrente assorbita a regime, da 4 a 8 volte nel caso di un avviamento diretto.

Questo significa che l’alternatore deve fornire una potenza apparente N volte superiore a quella fornita a regime di potenza nominale.

Come priorità dobbiamo determinare quale sia la corrente che effettivamente assorbita dal motore quando è a regime, dato rilevabile dalla targa del motore.

Cosa devi fare se non hai la targa del motore elettrico da alimentare?

Assolutamente niente! Se il motore elettrico è sprovvisto di targa identificativa questo non deve essere alimentato poiché non rispetta la normativa. Niente targa = niente dimensionamento!

Fermo restando quanto sopra, uno degli errori più banali è proprio quello di basare il dimensionamento esclusivamente sulla potenza apparente dell’alternatore, dimenticando che questo preleva la sua potenza attiva direttamente dal motore termico. Se consideriamo il fattore di potenza di un motore asincrono all’avviamento è circa la metà di quello nominale, questo di contro dimezza la potenza attiva necessaria per l’avviamento.

Bene, quindi con un avviamento stella-triangolo tutti i problemi di avviamento con gruppo elettrogeno sono risolti?

Assolutamente no. La potenza richiesta al generatore si riduce a un terzo rispetto a quella indicata per l‘avviamento diretto.

Una parentesi sul sistema di avviamento: L'avviamento stella-triangolo continua ancora ad essere inteso come la soluzione a problemi che spesso non esistono! Sono scelte progettuali da valutare caso per caso, valutando anche altri fattori legati all’impianto alimentato.

Con l’avviamento soft-start, la corrente di avviamento generalmente non supera il doppio della corrente nominale del motore elettrico, perciò la corrente richiesta al gruppo elettrogeno durante lo spunto del motore si riduce, ma non si annulla. Questo contrariamente al luogo comune per cui con un avviatore statico ogni problema di avviamento sia risolto senza il dimensionamento dedicato del generatore. Inoltre, con l’utilizzo di un sistema soft-start si introducono altri fattori da considerare in fase progettuale, ovvero il costo, che deve giustificare la rinuncia ad acquistare un generatore più potente, e l’introduzione di armoniche.

Tratteremo l’argomento “Armoniche” in un altro articolo, per ora dobbiamo ricordare che nel dimensionare un gruppo elettrogeno, è indispensabile verificare che questo possa sopportare la distorsione armonica.

control2.jpg

Dimensionamento senza turbocompressore?

Un dettaglio, si fa per dire, da non trascurare è che il dimensionamento del gruppo elettrogeno, a prescindere che debba alimentare un motore elettrico oppure un altro dispositivo ad alto assorbimento durante l’avviamento, si calcola sempre considerando la potenza netta del motore senza il turbocompressore, dato che all’avviamento del Diesel, i gas di scarico utilizzati dal turbo, al momento dell’azionamento a vuoto non hanno ancora la potenza necessaria per azionare il turbocompressore.

La caduta di tensione

In realtà un dimensionamento corretto dovrebbe prendere in considerazione la caduta di tensione durante l’avviamento, dato che ad una tensione ridotta il motore elettrico assorbe maggiore potenza dal gruppo elettrogeno.

Se per la scelta di un gruppo elettrogeno vengono seguite le linee guida sopra riportate, all'avviamento di un motore elettrico la caduta di tensione risulterà essere intorno al 20% oppure 30%.

Va sempre tenuto conto che nel caso sia da avviare una batteria di più motori elettrici di grande potenza, per evitare di dover selezionare un gruppo elettrogeno di eccessiva potenza, si possono progettare avviamenti temporizzati di uno o più motori per volta.

Per comprendere meglio la caduta di tensione durante lo spunto di un motore elettrico, dobbiamo considerare cosa accade all'alternatore.

L'elevata corrente per un breve periodo di tempo causa sull’impedenza interna dell'alternatore una caduta di tensione importante ai morsetti dell'alternatore stesso. La caduta di tensione deve essere sempre limitata in maniera tale da consentire l’avvio del motore e di tutte le altre masse rotanti senza compromettere il corretto funzionamento degli utilizzatori collegati al gruppo elettrogeno.

Per concludere, è fondamentale considerare che se oltre ad uno o più motori elettrici, il generatore alimenta utenze di diverso tipo, queste potrebbero non essere compatibili con le tolleranze dei motori elettrici in termini di caduta di tensione e oscillazione di frequenza.

Questo articolo si applica a tutte le apparecchiature azionate da un motore elettrico, comprese pompe, elettropompe, ventilatori, aspiratori, etc etc.

Mentre dimensionate un gruppo elettrogeno, ricordate che se lo dimensionate bene, ci sarà sempre qualcuno che vi domanderà: Ma Tu, sei un Ingegnere?

Vuoi ricevere gratuitamente la tabella con i valori di caduta di tensione unitaria? Inserisci il tuo indirizzo email per riceverla subito sulla tua casella di posta elettronica.

Privacy *
I dati saranno trattati con le modalità descritte nell’ informativa Privacy. Oltre alla risorsa Gratuita riceverai le Newsletter e le proposte commerciali.

 

 

 

Il Generatore per una Casa: Scegliere quello giusto.

fireplace-850275_1280.jpg

Le nostre abitazioni sono invase da dispositivi elettrici di diverso tipo, alcuni essenziali come i frigoriferi e i congelatori, altri meno ma comunque importanti come televisori, lavatrici e climatizzatori.

Nonostante in ogni abitazione ci siano qualche migliaio di Euro di elettrodomestici e dispositivi elettronici, molte Case non prendono nemmeno in considerazione l’acquisto di un generatore di emergenza.

Se stai leggendo questo articolo, sicuramente non sei tra quelli, e nonostante i generatori per uso Abitativo non siano un applicazione particolarmente redditizia, ho deciso di darti qualche informazione utile sul gruppo elettrogeno ideale per un abitazione.

Per prima cosa vediamo perché non devi assolutamente commettere l’errore di acquistare un generatore ad avviamento automatico con motore a Benzina

Se scrivi su un motore di ricerca “gruppo elettrogeno per abitazione” tra i primi risultati troverai proprio i gruppi elettrogeni che non devi assolutamente scegliere: si tratta di generatori dotati di motore a benzina solitamente monocilindrici, simili a quelli che si trovano installati sulle attrezzature da giardinaggio.

Sono i più economici e ti promettono prestazioni perfette per la tua casa, tu ignaro del pericolo acquisti e poi resti al buio.

Hanno un problema: Non si avviano.  

Se non sei Uno scrupoloso della manutenzione preventiva, quel generatore NON si avvierà  automaticamente.

Ti spiego perchè...

Ti è mai capitato di mettere in moto uno scooter dopo qualche tempo che sta fermo in Garage? Si mette in moto al primo colpo?

No.

Succede la stessa cosa con un gruppo elettrogeno con motore a Benzina che sta spento in attesa di avviarsi automaticamente quando manca l’energia dalla rete.

Il mancato avviamento è riconducibili alle caratteristiche di avviamento del motore ed al combustibile che si deteriora facilmente nel tempo.

Il consiglio è quello di orientare la scelta esclusivamente su generatori con motore diesel.

Inverter, Regolatore di Tensione, Regolatore di Giri

In un precedente articolo abbiamo parlato di gruppi elettrogeni con tecnologia inverter e di regolazione dei giri del motore, in altre parole di gruppi elettrogeni stabilizzati.

Una delle specificità che distingue un abitazione da altri tipi di utenze elettriche è la presenza di numerosi carichi sensibili, basti pensare a televisore, console, robot da cucina, etc etc, tutti molto sensibili a sbalzi di tensione.

Utilizzare un generatore elettrico come quelli che si trovano a 149,00 euro al Brico "Fai da Te"  per alimentare dispositivi elettrici ed elettronici che valgono forse 30 volte tanto, è un po come affidare la sicurezza di una costosa Harley Davidson ad una sottile misera fune di nylon.

I generatori inverter sono un ottima soluzione in termini di qualità della corrente, il numero di giri del motore è variabile, buoni consumi, rumore sopportabile, ma sono equipaggiati con motori a benzina, quindi li escludo per i motivi esposti all’inizio, inoltre sono relativamente costosi quando scegli qualcosa di affidabile.

I gruppi elettrogeni con motore diesel a 3000 giri, (se non conosci la differenza dai un occhiata all’articolo in cui ne parliamo, cliccando sul collegamento) sono ideali se hai poco spazio a disposizione, però tali motori non sono regolabili elettronicamente, salvo particolari eccezioni, quindi non sono ideali per alimentare direttamente carichi sensibili.

Il generatore con motore diesel a 1500 giri, sarebbe la soluzione perfetta, ecco perché:

1.      Può restare in funzione per giorni senza problemi.

2.      E’ più silenzioso del generatore di parti potenza con motore a 3000 giri.

3.      Può essere dotato di un regolatore di giri elettronico.

4.      Ha cilindrate superiori e pertanto risponde meglio alle prese di carico. (questo non lo dice mai nessuno...chissà perchè)

5.      Costa solitamente di più ma vale molto di più.

6.      Lo vendono i professionisti, quindi hai a che fare con un servizio post vendita (solitamente) superiore.

La potenza

Tutti i materiali che ho trovato online che parlano del gruppo elettrogeno per alimentare una Casa, si concentrano molto sulla parte “potenza”. Io invece ritengo che sia importante ma non troppo.

Quello che devi sapere sulla potenza è che non puoi mai paragonare l’utenza elettrica domestica fornita dal gestore con la potenza elettrica erogata dal generatore.

Esempio banale: Prendere una bolletta dove c’è scritto che la potenza elettrica impegnata è di 4kW, quindi dedurre che hai bisogno di un generatore da 4kW.

Falso. La rete elettrica non si comporta come un gruppo elettrogeno. La rete non avverte le variazioni di carico di un abitazione.

homegenerator.jpg

Adesso facciamo incavolare gli Ingegneri…

Se non sei un tecnico ma vuoi avere un idea di quale sia la potenza elettrica necessaria per la tua abitazione senza troppi calcoli e senza formule, prendi carta e penna e annota tutti gli apparecchi elettrici che hai in casa, andando a scrivere per ciascuno di essi la potenza elettrica indicata nella targa identificativa. (parliamo solo di sistemi monofase).

Somma tutti i valori e otterrai un risultato che potrà essere indicativamente il 70% della potenza attiva del gruppo elettrogeno di cui hai bisogno. Esempio: sei hai calcolato 7000W di carichi elettrici nella tua abitazione, allora potrai considerare un gruppo elettrogeno di potenza non inferiore a 12kVA.

(se vuoi conoscere la differenza tra kW e kVA vai all'articolo da kw a kva la potenza di un gruppo elettrogeno è facile come bere una birra)

Tutto assolutamente indicativo, solo per darti un idea di quale sia la potenza elettrica da impegnare con un gruppo elettrogeno, tuttavia è opportuno fare un dimensionamento più preciso in fase di selezione e scelta.

Quanto rumore fanno i gruppi elettrogeni

IMG_1008.JPG
L'incubo di chi installa un generatore in casa è il rumore che questo produce quando è in funzione. Alcuni rinunciano al gruppo elettrogeno per paura di non dormire la notte a causa del rumore, oppure per non litigare con i vicini di casa disturbati dal generatore.

C'è una soluzione a questo problema: il gruppo elettrogeno insonorizzato.

Attenzione: non stiamo parlando di quei generatori che hanno l'adesivo "super-silenziato", termine usato impropriamente da tutti coloro che mettono un motore dentro un paio di lamiere, ma di generatori realmente insonorizzati, con motori più silenziosi e cabine insonorizzanti ad elevate prestazioni.

Per non udire un gruppo elettrogeno in funzione, questo deve avere una rumorosità inferiore a 50db misurati a 7 metri di distanza.

Autorizzazioni e normativa sull’installazione

Per potenza complessiva fino a 25kW non vi è l’obbligo di presentare domanda per il controllo e prevenzione incendi.

Questo spesso è stato interpretato come: “allora posso fare quello che voglio”, ma in realtà non è così. Il generatore deve essere installato a regola d’arte seguendo le indicazioni del costruttore e delle normative vigenti.

Il valore delle cose...

La scelta di un gruppo elettrogeno per la propria abitazione è una decisione abbastanza delicata visto che si tratta di dare un valore alle cose che possiedi. Proprio così: maggiore è il valore della tua casa e delle cose in essa contenute, e maggiore sarà l'attenzione nello scegliere un prodotto di alto livello, affidabile e robusto.

....Gruppi Elettrogeni Usati. I consigli per acquistare un generatore usato che funziona. ..HOW TO CHOOSE A USED GENERATOR. TIPS TO BUY A USED GENERATOR THAT WORKS PROPERLY. ....

....

Gruppi Elettrogeni Usati. Quanto vale un gruppo elettrogeno usato? Quali sono le verifiche più importanti da fare? Scopri come scegliere un generatore usato anche se non hai particolari competenze nel settore meccanico o elettrico!

(Video in fondo alla Pagina)

Se per acquistare un gruppo elettrogeno dobbiamo evitare solo (si fa per dire) 6 errori, per comprare un generatore usato la situazione si complica ed è fondamentale essere in grado di selezionare un generatore senza finire su qualcosa che si può rivelare un pessimo acquisto.

La criticità principale non è il fatto che qualcuno prima di noi ha utilizzato il generatore, ma piuttosto è il fatto di non sapere se lo ha utilizzato con scrupolo e con attenzione.

L’ideale è farsi affiancare da un esperto, un professionista che sa cosa guardare e può distinguere un affare da un “mare di problemi”.

E’ naturale però che se stai leggendo questo articolo  probabilmente non vuoi o non puoi farti dare una mano da nessuno, quindi partiamo subito con le informazioni che ti servono per non incombere in una scelta sbagliata.

Identificare il Gruppo Elettrogeno: è davvero lui? E’ stato manomesso?

Un passo fondamentale prima di procedere con qualsiasi prova è quello di identificare il gruppo elettrogeno verificando che i dati riportati in targa siano conformi ai documenti presentati dal venditore.

Accertata l’identità del gruppo elettrogeno, verificare che non siano state apportate manomissioni.

Stiamo parlando di modifiche che ne compromettono il funzionamento. Facciamo alcuni esempi:

E’ stato inibito l’arresto di emergenza; E’ stato modificato il sistema di spegnimento; sono state rimosse le protezioni CE dal motore; è stato sostituito l’interruttore con uno avente caratteristiche differenti, è stata modificata la logica di funzionamento, sono state apportate modifiche al telaio o alla cofanatura, etc etc.

Senza documenti non è mai un affare.

Faremo spesso analogie con le automobili. Un gruppo elettrogeno senza documenti e come un'automobile senza carta di circolazione.                       

Alcuni commettono l'errore di pensare che un gruppo elettrogeno possa essere dotato in un secondo momento dei documenti necessari per il suo utilizzo, ma questo non lo si può mai dare per scontato.                      

L'emissione di documenti, specialmente quando si tratta di prodotti di altri costruttori, è un'operazione costosa, che molti  tendono a sottovalutare.                       

In realtà emettere documenti per una macchina che non abbiamo progettato e non abbiamo costruito è una grande responsabilità nei confronti dell'utilizzatore e nei confronti di chi l'ha progettata è valutato i rischi principali ed i rischi residui.                      

È fondamentale nel momento in cui prendi visione di un gruppo elettrogeno usato chiedere al proprietario di mostrarvi i documenti del gruppo elettrogeno.                       

Tali documenti sono il certificato di conformità, il manuale d'uso, il manuale di manutenzione.  Talvolta il manuale d'uso e il manuale di manutenzione sono nella stessa brochure. Se vuoi approfondire l’argomento, abbiamo affrontato questo tema in un altro articolo dedicato ai documenti del gruppo elettrogeno.                     

Disegni, schede tecniche, e altro materiale sono elementi utili e molto importanti ma non sono indispensabili, e soprattutto non sono obbligatori per poter esercitare l'attività con un gruppo elettrogeno.

La ri-emissione di documenti a motivo dello smarrimento degli originali può essere richiesta attraverso l'intervento del costruttore originale.                       

Ricertificare la conformità di un gruppo elettrogeno obbliga il certificatore a produrre un fascicolo tecnico completo e un analisi dei rischi residui.                       

I documenti oltre a essere conformi con le normative in vigore, devono soprattutto essere conformi con la targa identificativa che viene apposta sul gruppo elettrogeno. La targa deve riportare la marcatura CE, la potenza del gruppo elettrogeno, il modello del generatore, la norma di riferimento e altri dati tecnici fondamentali per identificare la macchina e il suo funzionamento.                       

Un gruppo elettrogeno sprovvisto di documenti, non potrebbe essere venduto, e in ogni caso non potrebbe essere installato è utilizzato.                       

Un gruppo elettrogeno provvisto di certificato di conformità, può essere installato, ma non può essere utilizzato se non è presente in cantiere a o comunque nel luogo in cui viene installato il manuale d'uso e manutenzione.                       

La ricertificazione di un gruppo elettrogeno va da sé che prevede la disponibilità di documenti utili a emettere un nuovo certificato, nello specifico parliamo dei documenti relativi alle componenti principali del gruppo elettrogeno, ad esempio il motore diesel o benzina, l'alternatore e altri componenti del quadro elettrico.                       

Ore lavorare, anno di produzione, ma non solo.

Le ore di lavoro sono importanti ma vanno valutate tenendo conto del contesto in cui sono maturate.

Facciamo un esempio per capire il concetto: Preferiresti un automobile usata che ha percorso 100.000 km prevalentemente in autostrada oppure che ha percorso 100.000 km in percorso misto?

Pensisia meglio un gruppo elettrogeno che ha lavorato a pochi metri dal mare, un gruppo elettrogeno che ha lavorato in una cava di sabbia, oppure un generatore che è stato in servizio di emergenza in centro commerciale? Sale, sabbia, oppure la tranquillità di un locale tecnico nei sotterranei di un edificio?

Nel caso del generatore dobbiamo valutare prima di ogni cosa se le ore di funzionamento sono state totalizzate in un regime di funzionamento continuo o in emergenza alla rete, dopodiché cercare di capire in quale ambiente ha lavorato.

Il motore, ecco cosa non devi mai trascurare.

Date uno sguardo al motore.

Non dovrebbero esserci liquidi trasudati. Controllate la cinghia servizi che di solito è ben visibile.

Fumosità

Durante un avviamento a freddo una fumata nera o una fumata bianca può essere normale.

Fumo nero: Nel caso di  fumo di colore nero durnate il funzionamento, si è probabilmente in presenza di un consumo eccessivo di olio, dal filtro dell'olio sporco, oppure dalla presenza dell'olio motore esausto.

Fumo Bianco: L'emissione di fumo bianco durante il funzionamento richiede verifiche più approfondite perché può significare tante conse. Potrebbe essere causata da una bassa quantità di liquido refrigerante, dalla presenza di acqua nel gasolio, un ritardo di iniezione, un pistone surriscladato, la guarnzione della testata, etc etc.

Tieni conto che durante il funzionamento a carico la fumosità aumenta sensibilmente.

..

How much  a used generator is worth? What are the most important checks to do? Find out how to choose a  used generator   even if you do not have special skills in the mechanical or electrical sector!

(Video at the bottom of the page)

If to buy a generator we have to avoid only 6 mistakes  ( so to speak), when  buying a used generator, the situation gets complicated and it is crucial to be able to select a generator without ending up on something that can reveal a bad purchase.

The main concern is not the fact that someone before us used the generator, but rather is it the fact of not knowing if he used it with scrupulous and careful attention.

The ideal thing is to get along with an expert, a professional who knows what to look at and can distinguish a deal from a mass of problems

It's natural though that if you're reading this article you probably do not want or cannot get a hand lended from anyone, so let's go straight away with the information you need to not fall into a wrong choice.

Identifying the Generating Set: Is It Really It? Has it been tampered with?

A key step before proceeding with any test is to identify the generator unit by verifying that the data on the plate conforms to the documents submitted by the vendor.

Verify the identity of the generator, verify that no tampering has been occurred.

We are talking about changes that compromise its operation. Let's take some examples:

The emergency stop was inhibited; The shutdown system has been changed; the EC caps have been removed from the engine; the switch has been replaced with one having different characteristics, the operating logic has been changed, changes have been made to the chassis or bonnet, etc etc.

Without documents it's never a deal.

We will often make similarities with cars. An Unlocked Generator Set and like a car without a circulation card.

Some people make the mistake of thinking that a generator can later be equipped with the documents needed for its use, but this can never be taken for granted.                      

Issuing documents, especially when it comes to products from other manufacturers, is an expensive operation that many  tend to underestimate.                       

Actually issuing documents for a machine we did not design and we did not build is a great responsibility towards the user and to those who designed i considering the main risks and residual risks.                      

It is crucial when you look at a used generator  to ask the owner to show you the generator's documents.                       

These documents are the certificate of conformity, user manual, maintenance manual. Sometimes the user manual and the maintenance manual are in the same brochure. If you want to deepen the topic, we have dealt with this topic in another article dedicated to generic set documents.                     

Drawings, technical sheets, and other material are useful and very important elements but are not indispensable, and above all they are not mandatory for doing business with a generator set.

Reissuing the documents due to the loss of the originals may be required through the intervention of the original manufacturer.                       

Reconfirming the compliance of a generating set binds the certifier to produce a complete technical file and a residual risk analysis.                       

In addition to being compliant with the regulations in force, the documents must comply with the identification plate on the generator set. The plate must bear the CE marking, the power of the generator, the generator model, reference standard, and other  technical data to identify the machine and its operation.                       

A generator set without documents could not be sold, and in any case could not be installed and used.                       

A generator with a certificate of conformity can be installed, but cannot be used if the user manual  is not present on site.                       

The recertification of a generating set provides for the availability of documents useful for issuing a new certificate. They are the documents relating to the main components of the generator, for example the diesel or gasoline engine, the alternator and other components of the electric board.                       

Hours to work, year of production, but not only.

Working hours are important but must be evaluated taking into account the context in which they worked.

Let's take an example to understand the concept: Would you prefer a used car that has 100.000 km mostly on the highway or one that has  run 100.000 km on a mixed path?

Is it better having a generator that worked a few meters from the sea , a generator that worked in a sand quarry, or a generator that was in emergency service at the mall? Salt, sand, or the quietness of a technical room in the underground of a building?

In the case of the generator, we must first evaluate whether the operating hours have been totalled in a continuous or emergency mode, then try to understand in which environment it has worked.

The engine, this is what you must never neglect.

Take a look at the engine .

There should not be excuting fluids. Check the belt that is usually well visible.

Smokiness

During a cold start a black smoke or a white smoke may be normal.

Black smoke: In the case of  black smoke  during operation, there is probably an excessive consumption of oil , from the dirty oil filter, or the presence of exhausted engine oil.

White Smoke : The emission of white smoke during operation requires deeper checks because it can mean a lot of things. It could be caused by a low amount of coolant, by the presence of water in the diesel, an injection delay, a cracked piston, the head gasket, etc.

Please note that during operation at load, the smoke increases considerably.

....

IMG_2418.JPG

....

Antivibranti

Controllate lo stato dei gommini antivibranti: a motore spento e freddo spingete da un lato l’accoppiato motore alternatore. Il motore deve muoversi e ritornare in posizione senza oscillazioni residue.

Non trascurate mai questo dettaglio, si tratta di un accorgimento che solo gli esperti controllano. Un generatore che viene proposto come “pari al nuovo” avrà tutto il set di antivibranti in condizioni eccellenti.

..

Dampers

Check the status of the anti-vibration pads: with the engine off and cold push the coupled alternator motor to one side. The engine must move and return to position without residual oscillations.

Do not neglect this detail, it is a matter that only experts control. A generator that is proposed as "equal to the new" will have all the kit of anti-vibration in excellent condition.

....

IMG_2428.JPG

....

Radiatore

Aprite il tappo del circuito di raffreddamento: non devono esserci residui oleosi, segno di un possibile cedimento della guarnizione della testata.

Potresti ripetere il controllo prima dell’avviamento e dopo il test di funzionamento. Fai attenzione durante questi controlli, la temperatura del liquido è ustionante.

..

Cooling Radiator

Open the coolant cap: there must be no oily residue,  which indicates a possible fall in the head seal.

You could repeat the control before starting and after the test run. Be careful during these checks, the liquid temperature is burning.

....

IMG_2782.JPG

....

Rumorosità Frequenza e Tensione sotto carico

Osserva se durante l’inserzione del carico il motore reagisce tempestivamente riportando i valori di tensione e frequenza a quelli nominali.

Qualità e Pressione dell’Olio lubrificante.

A motore freddo verifica il livello dell’olio, e con uno straccio setaccia alla luce eventuali presenze di residui solidi, sintomo di usura del motore.

A motore caldo, aprite il tappo di rabbocco dell’olio, potrebbe esserci una naturale fuoriuscita di vapori caldi ma non deve esserci una fuoriuscita di olio.

Connessioni e cablaggi

Verificate che l’impianto sia in ordine e che non ci siano connessioni con tracce di bruciato o conduttori rigidi o deteriorati.

..

Noise Frequency and Voltage under load

Consider when the load is switched on, if the motor reacts promptly by returningvoltage and frequency to nominal ones.

Quality and Pressure of Lubricating Oil.

When the engine is cold, check the oil level, and with a cloth score if there is a possible presence of solid residues, a symptom of engine wear.

When th engine is hot, open the oil filler cap, there may be a natural outbreak of hot vapors but there must not be an oil spill.

Connections and wiring

Check that the system is in order and that there are no traces of burnt or rigid or deteriorated conductors.

Security systems

The generator must automatically switch off for low oil pressure, high coolant temperature.

Try also the emergency stop button. (Required). Shutting down should take place within seconds.

....

IMG_2420.JPG

....

Sistemi di sicurezza

Il generatore deve spegnersi automaticamente per bassa pressione olio, alta temperatura liquido refrigerante.

Testa anche il pulsante di arresto di emergenza. (obbligatorio). Lo spegnimento deve avvenire entro pochi secondi.

Test di funzionamento.

Se state acquistando un gruppo elettrogeno automatico, simulate la mancanza rete selezionando la modalità “Automatica” dal pannello di controllo. Il generatore deve avviare il motore in 5 secondi circa.

Potrebbe non essere sufficiente avviare il motore e verificare che la tensione sia al livello nominale. Il miglior test è quello a carico, almeno il 50% del carico che il generatore può sopportare. Un test a carico potrebbe essere a pagamento perché coinvolge un tecnico e vi è un naturale consumo di carburante.

L’ Alternatore, fondamentale ma mai verificato.                  

L'alternatore è uno dei componenti più trascurati nel gruppo elettrogeno, pur essendo anche uno dei più costosi dopo il motore primo.                       

Più della metà dei problemi riscontrati da un utente che ha questo gruppo elettrogeno usato è quello di trovare sorprese sull' alternatore.                     

In realtà sul 90 % dei gruppi elettrogeniviene effettuata soltanto la manutenzione relativa al motore, spesso nemmeno completa, riducendosi alla sostituzione dei filtri e delle olio lubrificante.                        

Un alternatore regolarmente manutenuto, regolarmente revisionato da personale qualificato ed esperto a una vita attesa relativamente alta.                       

Uno dei motivi per cui l'alternatore non viene mai verificato dall'utente che intende acquistare un gruppo elettrogeno usato è la generale mancanza di competenze nel comprendere quali siano gli aspetti da verificare è da osservare nell’alternatore                      

Non bisogna trascurare il fatto che l'alternatore è composto da parti rotanti che sono soggette a vibrazioni e sollecitazioni di tipo meccanico che nel tempo possono creare delle usure che poi se non adeguatamente riparate possono causare guasti.                       

In pochi sanno che l'alternatore mono supporto, ovvero dotato di un solo cuscinetto sul lato cuffia, ha un piano di manutenzione  ben definito dal costruttore che prevede la sostituzione o la lubrificazione del supporto ad una cadenza regolare.

Il pannello di controllo.

Il pannello di controllo è sostanzialmente un componente elettronico. Accertati che sia quello originale montato dal costruttore del gruppo, se non lo fosse chiedi informazioni sul tipo di intervento effettuato.

Ricorda che se su un gruppo elettrogeno viene sostituito il pannello di controllo senza i dovuti accorgimenti, le ore di funzionamento ripartono da zero.

..

Operating test .

If you are purchasing an automatic generator, simulate the lack of network by selecting "Automatic" mode from the control panel. The generator must start the engine in 5 few seconds.

It may not be enough to start the engine and check that the voltage is at the nominal level. The best test is the load, at least 50% of the load that the generator can withstand. A charge test could be paid as it involves a technician and there is a natural fuel consumption.

The Alternator, fundamental but never verified.                  

The alternator is one of the most neglected components in the generator, although it is also one of the most expensive after the first engine.                       

More than half the problems experienced by a user who has a used generator is to find surprises on the alternator.                     

In fact, on the 90% of the generating sets only engine maintenance is often performed and often not complete, reducing the replacement of filters and lubricating oils.                        

A regularly maintained and revised alternator by a qualified and experienced personnel has relatively high life expectancy.                       

One of the reasons why the alternator is never verified by the user who intends to buy a generator set is the general lack of expertise in understanding the aspects to be verified in the alternator                      

It is important not to ignore the fact that the alternator is made up of rotating parts that are subject to vibration and mechanical stress which over time can create wear and then fail to adequately repair them.                       

Few people know that the mono-support alternator, equipped with a single headset bearing, has a well defined maintenance plan that provides for replacing or lubricating the stand regularly.

The control panel.

The control panel is essentially an electronic component. Make sure it is the original one assembled by the manufacturer of the generator, if it's not the case, ask for information on the kind of intervention performed.

Remember that if the control panel is replaced on a generator set without the necessary adjustments, the operating hours start from zero.

....

IMG_2425.JPG

....

I segnali chiari ma che (quasi) tutti ignorano.

Non è tutto. Ci sono dei segnali che solo un occhio attento può notare. In realtà  tutto quello che abbiamo spiegato in questo articolo è il 50% di quello che dovresti sapere, una quota di tutto rispetto che ti permetterà di evitare di buttare via i tuoi soldi.

Da chi acquistare un gruppo elettrogeno usato?

I gruppi elettrogeni usati, si possono trovare da Venditori privati che hanno cessato l’attività, da rivenditori specializzati e da concessionari.

Il suggerimento è sempre quello di rivolgersi prima ad un costruttore perché tendenzialmente non rischia di mettere in circolazione macchine usate per avere poi seccature e cattiva pubblicità.

I rivenditori e i piccoli artigiani sono un incognita, nella nostra regione per esempio esistono aziende che ritirano rottami degli anni 80 e ristrutturano senza criterio e senza produrre documenti realmente validi.

I costruttori o i loro concessionari invece, spesso ritirano in permuta gruppi elettrogeni che non hanno totalizzato un grande numero di ore e li rivendono a prezzi competitivi.

Usato si…rottame no!

..

Clear signals but almost (all) ignore it.

It's not all. There are signs that only a watchful eye can notice. In fact all that we have explained in this article is 50% of what you should know, a share of all respect that will allow you to avoid throwing away your money.

From whom to buy a generator set used ?

Used generating sets can be found by private vendors who have ceased their activity, from specialized dealers and dealers.

The suggestion is always to turn to a builder first because he will not take the risk to put into service used machines  that could bother him and make him bad publicity.

Resellers and small craftsmen are an unknown, in our region, for example, there are companies that retrieve scrap of years 80 and restructure without a criterion and without producing really valid documents.

Manufacturers or their dealers, on the other hand, often take over generating units that have not accumulated a large number of hours and sell them at competitive prices.

Used yes

Watch the Video with Tips to Purchase a Used Generator That Works. What to check, what to ask, what are the most important things and all you need to be sure that the use you've identified is actually what you need.

....

....Guarda il Video con I consigli per acquistare un gruppo elettrogeno usato che funziona. Cosa verificare, cosa chiedere, quali sono le cose più importanti e tutto quello che ti serve per essere sicuro che l'usato che hai individuato sia effettivamente quello che fa al caso tuo. ..

 

276/5000

Watch the video with tips for buying a used generator that works. What to check, what to ask, what are the most important things and everything you need to make sure that the used one you have identified is actually the one that is right for you. ....

 

....Quanto sei disposto a rischiare? La tua casa è a rischio senza l’energia elettrica. ..HOW FAR ARE YOU WILLING TO RISK? YOUR HOME IS ON THE LINE WITHOUT ELECTRICITY. ....

....

Arriva la pioggia. Se non hai un gruppo elettrogeno sei in pericolo.

In Italia, a Settembre, Ottobre e Novembre è ogni anno la stessa storia: In poche ore cade la pioggia prevista in un intera stagione. Le conseguenze possono essere devastanti e variano a seconda di quanto si è preparati all’evento eccezionale.

Che frustrazione quando si perdono beni preziosi e talvolta ricordi di una vita.

Essere preparati ad un evento del genere significa dotarsi di impianti e attrezzature capaci di impedire l’accumulo di acqua piovana. Un esempio comune sono le pompe di sollevamento acque, solitamente posizionate in scantinati e locali interrati con lo scopo di impedirne l’allagamento da acque piovane o peggio ancora da infiltrazioni fognarie . Trattandosi prevalentemente di elettropompe sommerse, il loro funzionamento è strettamente legato alla presenza di energia elettrica dalla rete o da fonti ausiliarie come i gruppi elettrogeni.

Possedere un impianto di emergenza per il drenaggio delle acque piovane e non avere ungruppo elettrogeno è inutile come prepararsi per un lungo e importante viaggio in auto senza avere cura di fare il pieno di carburante prima di partire. Che sensazione si proverà quando tutto quanto non funzionerà? La rabbia e la frustrazione sarà doppia.

Che attinenza esiste tra un alluvione o un allagamento e la mancanza di energia elettrica? E’ semplice: quando vi sono eventi atmosferici che arrivano ad interessare intere città o regioni, a farne le spese sono tutte le infrastrutture, tra cui quelle elettriche, inoltre per precauzione, in casi eccezionali può essere lo stesso gestore di rete a stabilire un distacco di un intera area rispetto alla resto della rete.

La morale è che senza energia elettrica le elettropompe non funzionano e tu sei in pericolo.

Di recente un Uragano ha devastato il Mar dei Caraibi per poi abbattersi contro Miami, negli USA, lasciando al buio Milioni di persone per molti giorni.

Solo coloro che disponevano di gruppi elettrogeni adeguati ed impianti di caricamento carburante di ottima qualità hanno potuto far fronte all’emergenza. Osservando le immagini sui Social Network di coloro che “ringraziavano” i loro gruppi elettrogeni per l’ottimo lavoro fatto durante l’emergenza, ho notato che tutti, ma proprio tutti, postavano immagini di generatori di tipo professionale. In altre parole, i casi di successo più eclatanti sono stati possibili con generatori realmente adeguati e non gli stessi che si acquistano per 149,00 Euro al centro commerciale.

Nell’immagine sotto, solo per dare un idea della differenza, si può osservare a sinistra un vero generatore idoneo all’utilizzo di emergenza mentre a destra un giocattolo per nulla divertente.

..

Rain comes. If you do not have a generator you are in danger.

In Italy, in September, October and November every year is the same story: The rain expected for an entire season falls in a few hours. The consequences can be devastating and vary depending on how much you are prepared for the extreme event.

How frustrating it is when you lose valuable goods and sometimes a lifetime of memories.

Being prepared for such an event means to be equipped with systems and facilities capable of preventing the accumulation of rainwater. A common example is water lift pumps, usually placed in basements and underground rooms, with the purpose of preventing flooding from rainwater or worse, of sewage seepage infiltrations. Being mainly submerged pumps, their functionning is closely related to the presence of electricity from the grid or from auxiliary sources such as generating sets.

Owning an emergency drainage system for rainwater and not having a generator set is as useless as preparing for a long and important car trip without taking care to fill the fuel before leaving. What a feeling will it be when everything does not work? Anger and frustration will be double.

What is the relevance of a flood or flood and the lack of electricity? It is simple: when there are atmospheric events that interest entire cities or regions, it concern all the infrastructures, including the electrical ones. In exceptional cases it may be the same network operator to establish the disconnection of an entire area from the rest of the network.

The moral is that without electricity electric pumps will not work and you are in danger.

Recently a Hurricane has devastated the Caribbean Sea and then crashed against Miami, USA, leaving millions of people in the dark for many days.

Only those with proper generating sets and high quality fuel loading facilities could face the emergency. By looking at the Social Network images of those who "thanked" their generating sets for the great work done during the emergency, I noticed that everyone set up images of professional generators. In other words, the most striking success stories were possible with really good generators and not the ones that you can get for 149,00 Euros at the mall.

In the picture below, just to give an idea of he difference, you can see  on the left a true generator suitable for emergency use while on the right a toy  where nothing is funny about it.

....

generatore vero e giocattolo

....

Attenzione, entrambi hanno la stessa potenza!!

In uno dei prossimi articoli approfondiremo il tema del migliore gruppo elettrogeno per le abitazioni, ovvero spiegheremo quale siano le caratteristiche tecniche di un gruppo elettrogeno destinato alla sicurezza dei tuoi cari e dei tuoi beni.

Intanto cerchiamo di capire schematicamente la differenza tra un generatore idoneo al funzionamento in condizioni di particolare emergenza ed uno non idoneo allo scopo.

..

Beware, they both have the same power !!

In one of the next articles, we will explore the issue of the best generating set for housing, thus we will explain the technical characteristics of a generator set for the safety of your loved ones and your properties.

Meanwhile, let's try to understand schematically the difference between a generator suitable for operation in emergency conditions and one not suitable for this purpose.

....

condizioni scelta generatore

....

Dimensionare il gruppo elettrogeno in base all’elettropompa o viceversa?

Tutto quello che riguarda il dimensionamento meriterebbe un articolo a parte, tuttavia si può prospettare una linea guida utile a definire indicativamente una potenza.

Per prima cosa è utile stabilire quali sono i carichi da alimentare, ovvero decidere se collegare il gruppo elettrogeno esclusivamente all’elettropompa oppure all’intero edificio compreso il sistema di sollevamento delle acque piovane.

Scegliendo di alimentare un intero edificio sarà opportuno stabilire la natura dei carichi, la priorità e la contemporaneità.

Natura dei carichi: Carichi elettrici monofase o trifase.

Priorità: Un carico elettrico prioritario è tale quando corrisponde ad un dispositivo importante. Esempio: Un frigorifero, videosorveglianza, drenaggio acque.

Contemporaneità: Non tutti i carichi elettrici funzionano contemporaneamente, quindi la potenza elettrica necessaria potrebbe non corrispondere alla sommatoria di tutti i carichi rilevati.

In merito alla potenza non ci sono grandi accorgimenti se non l’attenzione a non dimensionare il generatore al 100% del carico. (Un carico elettrico di 5kW non va alimentato con un generatore da 5kW).

Il “dimensionamento” non è solo il calcolo sperimentale della potenza impegnata, ma è anche la scelta della capacità del serbatoio del carburante che influisce sulla quantità di ore che il gruppo elettrogeno può restare in funzione.

Posizionamento del gruppo elettrogeno:

occorre trovare la posizione migliore del gruppo elettrogeno. Se intendi montare il tuo generatore salva-casa nel seminterrato, nello scantinato oppure nascosto alla vista affinché il rumore  non arrechi disturbo, stai partendo col piede sbagliato.

Se non vuoi sentire il rumore durante il moto del generatore, devi installare un gruppo insonorizzato (vedi articolo precedente). Inoltre, scegli un generatore esteticamente all’altezza dell’ambiente nel quale dovrà essere posizionato.

Chiedi consiglio a un professionista su dove e come posizionare il tuo generatore salva-casa.

Avrai fatto un lavoro produttivo sicuro e intelligente e ti ringrazierai per essere stato lungimirante.

..

Dimensioning the generator set in accordance with the electric pump or vice versa?

Anything to do with sizing would deserve a separate article, however, a guideline can be outlined to approximately define a power.

First, it is useful to determine which loads to supply, thus, to decide whether to connect the generator to the electric pump or to the entire building including the rainwater lift system.

Choosing to supply an entire building will determine the nature of the loads, the priority and the timing.

Nature of loads : Single-phase or three-phase electrical loads.

Priority: A priority electrical load is such when it comes to an important device. Example: A refrigerator, video surveillance, water drainage.

 Timing  : Not all electrical loads work at the same time, so the required electrical power may not match the sum of all detected loads.

Regarding power, there are no great deals unless the attention to   not dimension the generator at 100% of the load. (A 5 kW electric load should not be powered with a 5 kW generator.

"Sizing" is not just the experimental calculation of the power involved, but it is also the choice of fuel tank capacity that affects the amount of hours the generator can remain in operation.

Placement of the generator:

you need to find the best position of the generator set. If you plan to mount your home-based generator in the basement, or hidden in the sight so that noise cannot disturb, you're starting off on the wrong foot.

If you do not want to hear the noise during the generator motion, you have to install a soundproofing unit (see previous article). Also, choose a generator that is aesthetically up to the environment in which it will be positioned.

Get advice from a professional about where and how to place your home-saving generator.

You'll do a safe and  productive job and you'llthank yourself for being far-sighted.

....

 

....Matexpo Green Awards 2017 - Orefice Generators vince il primo premio. ..MATEXPO GREEN AWARDS 2017 - OREFICE GENERATORS WINS THE FIRST PRIZE. ....

matexpo green award.jpg

....

Orefice Generators protagonista dell'edizione 2017 della fiera biennale Matexpo tenutasi presso il centro espositivo di Kortrijk in Belgio, aggiudicandosi, con l'innovativo prodotto Recogeno, il prestigioso Green Awards per la migliore innovazione dal tema "Green".

La premiazione, avvenuta il 5 Settembre durante la cerimonia di apertura dell'evento, si è svolta in presenza di importanti personalità dell'imprenditoria Belga e del Ministro dei Trasporti François Bellot.

A consegnare il prestigioso riconoscimento è stato Leo Van Hoorick, giornalista del settore Automotive e membro della giuria Internazionale "Van of the Year", che ha definito Recogeno "un vero prodotto smart",   realmente utile per la collettività gra­zie alla sua semplic­ità nel funzionamento e nell'impiego.

A ricevere il premio, Andrea Orefice, che accompagnato dal Dealer locale, ha voluto ringraziare la giuria e il pubblico per il riconoscimento, e ricordare come nonostante l'azienda sia arrivata ormai alla terza generazione dopo quasi 80 anni, mantiene lo stesso atteggiamento volto all'innovazione che l'ha contraddistinta in tutta la sua lunga storia.

Recogeno è un dispositivo capace di recuperare calore dal gruppo elettrogeno senza apportare nessuna modifica al motore o all'impianto di scarico.

Il dispositivo, che non è un semplice scambiatore di calore, ha la particolarità di poter funzionare con interessanti performance  indipendentemente dalla potenza del gruppo elettrogeno e dall'utilizzo più o meno continuo dello stesso generatore.

Patendo dal presupposto che i gruppi elettrogeni in cantiere sono particolarmente diffusi, esso nasce per fornire acqua calda a costo zero presso i cantieri da costruzione, trovando poi molteplici impieghi nel riscaldamento di piccole unità abitative come containers ad uso uffici o spogliatoi, risolvendo così un problema evidentemente molto sentito da parte di chi opera in contesti in cui le temperature possono arrivare anche parecchi gradi sotto lo zero.

..

Orefice Generators is the protagonist of the 2017 edition of the biennial Matexpo fair held at the exhibition center of Kortrijk in Belgium, for which the company received with its innovative product Recogeno , the prestigious Green Awards for the best Green Innovation.

The award ceremony, which took place during the opening ceremony of the event, took place in the presence of important personalities of Belgian entrepreneurship and of the Minister of Transport François Bellot.

To deliver the prestigious award was  the automotive specialized journalist and member of the international jury "Van of the Year", Leo Van Hoorick  , who called Recogeno a "real smart product",  really useful for the community due to its simplicity in operation and use.

Andrea Orefice , accompanied by the local dealers, received the prize and wanted to thank the jury and the public for  this recognition, and remembered  that despite the fact that the company has now reached the third generation after almost 80 years, it  is still maintaining the same attitude towards innovation. And this is what has distinguished the company throughout its long history.

Recognized is a device capable of recovering heat from the generator without making any modifications to the engine or exhaust system.

The device, which is not a simple heat exchanger, has the peculiarity of being able to operate with attractive performance regardless  the power of the generator and the more or less continuous use of the same generator.

Given the assumption that the generator sets in the worksite are particularly widespread, it is develloped to provide hot water at zero cost in the construction premises, finding multiple uses in the heating of small units such as office or locker containers, thus solving a problem obviously felt by those who work in contexts where temperatures can also reach several degrees below zero.

....

 

 

 

....Stadio e Gruppi Elettrogeni: nessuno vede il calcio di rigore!..STADIUM AND GENERATING SETS: NO ONE SEES THE PENALTY KICK!....

....

Durante un evento sportivo il blackout è qualcosa di estremamente dannoso e potenzialmente pericoloso.

Lo scorso Maggio siamo stati coinvolti nella fornitura di un gruppo elettrogeno da 1600kVA per uno Stadio in Qatar. 

Per l’occasione ho avuto modo di interfacciarmi direttamente con la FIFA per ottenere informazioni in merito alle specificità richieste per l’utilizzo durante eventi FIFA.

FIFA introduce l’argomento in maniera molto chiara:

“Il ritardo o la cancellazione di un evento dovuto alla mancanza di energia elettrica è inaccettabile.”

..

During a sport event blackout is something extremely harmful and potentially dangerous.

Last May we were involved in supplying a 1600 kVA generator for a Qatar Stadium. 

For the occasion I was able to interface directly with FIFA to get information about the specificities required for the use of a generator during FIFA events.

FIFA introduces the subject in a very clear way:

"The delay or cancellation of an event due to the lack of electrical power is unacceptable."

....

224727265-ffaf66a6-8aea-4a17-9133-471c6476a7b5.jpg

....

Una buona  valutazione dell'affidabilità della fonte principale è utile al progettista per determinare la capacità e la dimensionare tutti gli elementi di backup energetico.

Abbiamo quindi voluto analizzare i requisiti FIFA e delineare possibili soluzioni, ecco il risultato:

E’ la stessa FIFA a suggerire una tabella.

..

A careful evaluation of the reliability of the main source is useful to the designer to determine capacity and size of all the  backup equipment.

We therefore wanted to analyze FIFA requirements and outline possible solutions, here is the result:

It is  FIFA   itself who  suggested this table.

....

services.png

....

Soluzioni pratiche per un Sistema di Backup in uno Stadio

La prima soluzione vede la linea elettrica principale disposta in due sorgenti, una preferenziale ed una di riserva (diagramma a). 

..

Practical solutions for a Backup System in a stadium

The first solution represents the main power line disposed in two sources, a preferred and an alternate one (diagram a). 

....

 Diagram A

Diagram A

....

Nella seconda soluzione entrambe le linee sono in uso e possono eventualmente configurarsi come principale e di riserva con l’ausilio di commutatori manuali o automatici. (diagramma b).

..

In the second solution both utility services are in use and can optionally be configured as main and reserve with the help of manual or automatic switches. (Diagram b).

....

 Diagram B

Diagram B

....

In caso di mancanza Rete, il generatore di emergenza dovrebbe avviarsi immediatamente, tuttavia i secondi necessari all’avvio del Diesel ed alla commutazione e presa di caricocostituiscono un ritardo, di conseguenza, ilback-up deve considerare ed includere una certa autonomia mentre il generatore si avvia, in quanto l'illuminazione di campo, che è tipicamente di tipo a scarica ad alta intensità (HID), una volta spenta richiede diversi minuti per riavviarsi e l'evento sarebbe interrotto.

Questo lasso di tempopuò essere coperto in diversi modi, inclusi generatori speciali (UPS rotanti) e sistemi di continuità (UPS).

FIFA stabilisce un chiaro requisito di autonomia in merito alla quantità di back-up, che dovrebbe avere la capacità di operare per un minimo di tre ore durante un interruzione.

Uno stadio è considerato un sistema “high availability “ovvero un sistema che è continuamente operativo per un lungo periodo di tempo.

La misura dell'affidabilità di un sistema come quello di uno stadio può essere espressa riferendosi ad una percentuale idealmente pari al 100% dell’utilizzo .

La percentuale di utilizzo massima del sistema detta "five nines" o 99,99%,  implica un tempo di inattività di soli cinque minuti all’anno.

Durante una stagione, uno stadio sperimenterà di sicuro ben oltre fermi di cinque minuti per le attività di riparazione e manutenzione. Tuttavia, i tempi di inattività durante un evento devono essere zero per alcune apparecchiature per evitare qualsiasi interruzione. Ciò richiederebbe una potenza di continuità assoluta.

Altre apparecchiature potrebbero tollerare il tempo di avvio del gruppo elettrogeno (circa dieci secondi) e alcune parti dello Stadio potrebbero tollerare ancora di più.

Ecco quindi che la classificazione dei tipi di carichi dovrebbe essere considerata per determinare la quantità di capacità e dimensione delle unità ridondanti dei generatori di back-up e del sistema UPS.

Di seguito troviamo quella che potrebbe essere una ripartizione delle utenze secondo una classificazione per priorità:

Sicurezza (generatore disponibile in 10 secondi)

- pompa antincendio

- allarme antincendio e sistema di rilevamento

- sistemi di sfiato del fumo

- ascensori dedicati alla prevenzione incendi

- illuminazione eventuale reparto medico

Evento e Sicurezza (UPSe generatore disponibile in meno di 60 secondi)

- illuminazione interna ed esterna

- reparti speciali (dati / telecomunicazioni)

- telefonia PBX

- monitoraggio della sicurezza e accesso

- schermi video giganti

Evento essenziale (generatore in meno di 90 secondi)

- tabelloni

- sala controllo e quadro di controllo

- sistema di monitoraggio tornelli

- stazione di polizia

 

Evento critico (UPS e generatore, tempo di inattività zero)

- illuminazione degli eventi

- centro di controllo operativo del gioco

- illuminazione di controllo della polizia

Ogni sezione del carico comporterebbe diversi sistemi di trasferimento, cablaggio e distribuzione e l'UPS può essere statico o rotante ma richiederà comunque ulteriore back-up dal gruppo elettrogeno oppure da una batteria di accumulatori con almeno quattro ore di autonomia.

 I più famosi blackout nel mondo degli eventi sportivi

Curiosando  sul web emergono notizie di  singolari e improvvisi blackout laddove non immagineresti maisi possano verificare, ognuno causato da diverse e più o meno imprevedibili incidenti.

..

In the event of a Network failure, back-up power should start immediately, but there will be a time leg due to the seconds needed to start up the fuel and the load switching and takinf off, therefore, the back-up must consider and include some autonomy while the generator starts up since field lighting, which is typically a high-intensity discharge (HID), once it turns off, it requires several minutes to restart and the broadcasting will be interrupted.

This timing range is covered in a variety of ways, including special generators (rotating UPSs) and Uninterruptable Power supply system (UPS).

FIFA establishes a clear requirement of autonomy regarding the amount of back-up power that should have the capacity to operate for a minimum of three hours during an outage.

A stadium is considered a "high availability" system, or a system that is continuously operating for a long period of time.

The measure of the reliability of a system like that of a stadium can be expressed by referring to an ideal percentage of 100% of the use.

The maximum use percentage of the system called "five nines" or 99,99% means a downtime of only five minutes per year.

During a season, a stadium will definitely experience far more than five minutes of stop for repair and maintenance. However, idle times during an event must be zero for some equipment to avoid any interruption. This would require a power of absolute continuity.

Other equipment could tolerate the startup time of the generator (about ten seconds) and some parts of the stadium could tolerate even more.

Hence, the classification of load types should be considered to determine the amount of capacity and size of the redundant units of back-up generators and the UPS system.

Below we find what might be a breakdown of utilities according to a priority classification:

Security (generator available in 10 seconds)

- fire-fighting pump

- fire alarm and detection system

- smoke ventilation systems

- lifts dedicated to fire prevention

- eventual illumination of medical department

Event and Security (Generator UPS available in less than 60 seconds)

- indoor and outdoor lighting

- special departments (data / telecommunications)

- PBX telephony

- security and access monitoring

- giant video screens

Essential event (generator in less than 90 seconds)

- tables

- control room and control panel

- turnstile monitoring system

- police station

Critical event (UPS and generator, zero idle time)

- event lighting

- game control center

- police control illumination

Each section of the load would involve different transfer, wiring, and distribution systems, and the UPS may be static or rotating but will still require additional back-ups from the generator or a battery pack with at least four hours of autonomy.

 The most famous blackout in the world of sporting events

Surfing the web reveals news of singular and sudden blackouts  you can not imagine they can happen, each caused by different and more or less unpredictable incidents.

....

besiktas.jpg

....

Nel 2013 a NEW ORLEANS durante la seconda metà del Super Bowl di Domenica, le luci su una metà del tetto del Superdome improvvisamente si sono spente. Le connessioni Internet nella sala stampa interrotte ed i tabelloni luminosi spenti. Dopo l'improvvisa interruzione molti dei 71.024 spettatori hanno iniziato a mormorare. Il guasto di circa 35 minuti è stato uno dei momenti più incredibili nella storia del Super Bowl.

Nel 2014 a SAN PAOLO a pochi minuti dall’inizio della gara inaugurale del Mondiale di Calcio tra Brasile e Croazia, nel settore vip dell'impianto manca l'energia elettrica e un generatore va letteralmente in fiamme. 

Nel 2015 a Cagliari Durante un amichevole di lusso tra Cagliari e Real Saragoza, dopo alcuni minuti la partita viene sospesa perché i due fari centrali si spengono improvvisamente. Il black out continua fino alla fine del primo tempo e l'arbitro comunque decide di riprendere il gioco anche se l'illuminazione è solo parziale. 

Nel 2016 a Palermo nel corso del match tra Palermo e Torino, per qualche minuto, a causa di un blackout, alcune luci dello stadio Barbera hanno smesso di funzionare. I tifosi rosanero hanno risposto con ironia cercando di fare luce con il cellulare e hanno intonato un coro: “Zamparini paga la luce”…

Nel 2011 a Padova andava in scena allo stadio Euganeo uno scontro d’alta classifica per la Serie B di Calcio, tra il Padova ed il Torino capolista, partita che si prospettava combattuta e piacevole, ma che si sarebbe rivelata una vera beffa per i Granata.

Durante il secondo tempo della gara cominciano a verificarsi insoliti eventi extra sportivi che condizionano la partita: le luci dell’Euganeo continuano infatti a venire a mancare, con blackout prima parziali e poi totali. Proprio durante il primo di questi, parziale, arriva la rete del vantaggio di Ruopolo che beffa il portiere granata Coppola il quale si lamenta per la scarsa visibilità.

Il Torino fa ricorso contro il Padova che rischia una multa salatissima di 25-30.000 euro.

L’ex di Padova e Torino, Roberto Muzzi dichiarò: “Sabato è stata una bella partita fin dove si è giocato. Il black-out? Sono cose che succedono, può capitare”.

Nel 2017 nella gara tra Flamengo e Vasco da Gama, partita destinata a passare alla storia come una delle più incredibili. Durante la gara un Blackout ha lasciato lo stadio illuminato esclusivamente dalle luci degli smartphone dei tifosi sugli spalti.

Sicuramente in tutti i casi sopraccitati più di qualcuno ha generato oltre le ovvie perdite economiche un gravissimo danno di immagine che non si cancella di certo pagando soldi.

Quanto è importante un gruppo elettrogeno in uno Stadio?

La risposta a questa domanda è “five nine”.

Piuttosto la domanda corretta sarebbe quanto il responsabile della sicurezza e della struttura è disposto a rischiare? Inoltre quanto vale la squadra di Calcio che vi disputa le partite?

Chi non è disposto a rischiare si rivolge ad una Azienda specializzata e si preoccupa di avere il sistema di backup migliore possibile.

Possiamo dire schiettamente che presso una struttura come lo Juventus Stadium, (Allianz Sadium) le precauzioni prese in questo senso sono decisamente superiori a quelle adottate in altri Stadi dove spesso  ci si affida a generatori ad uso Cantieristico, installati come se non ci fosse un domani e perennemente in deroga rispetto a qualcosa.

Fa sorridere come vengano rifilati da operatori poco qualificati i soliti generatori provvisti di tecnologia obsoleta in base alla quale  un operatore debba ancora  recarsi direttamente presso il generatore per verificare livelli di combustibile e stato di funzionamento, mentre il resto del mondo utilizzando una tecnologia aggiornata sta seduto in una cabina di regia a gestire tutto comodamente da un terminale.

E’ come se per vedere se c’è ancora carburante nell’automobile sia necessario scendere dall’auto e verificare personalmente il livello in prossimità attraverso il tappo di caricamento!

Chissà ancora quante volte sentiremo il coro dalla Curva…”presidente paga la bolletta della luce…”! magari ad alcuni presidenti essere nominati dai tifosi piace.

Oppure ad  alcuni Presidenti inguaribili "romanticoni" piace vedere lo stadio illuminato dai cellulari dei tifosi.

..

In 2013 a NEW ORLEANS During the second half of Sunday's Super Bowl, lights on half of the Superdome roof suddenly turned off. Internet connections in the press room stopped and lights off. After the sudden interruption, many of the 71.024 viewers began to murmur. The failure of about two minutes was one of the most incredible moments in the history of the Super Bowl.

In 2014 to SAN PAOLO A few minutes from the start of the World Cup's inaugural race between Brazil and Croatia, in the plant vip sector is lacking electricity and a generator is literally burning.  

In 2015 in Cagliari During a luxury friendly match between Cagliari and Real Zaragoza, after a few minutes the game is suspended because the two headlamps suddenly go out. The blackout continues until the end of the first half and the referee decides to resume the game even if the lighting is only partial.

In 2016 in Palermo During the match between Palermo and Torino, for a few minutes, due to a blackout, some of the lights at the Barbera Stadium have stopped working. Rosanero fans answered with irony trying to light up the cell phone and they chanted a chorus: "Zamparini pays the light" ...

In 2011 in Padua A high-ranking clash on the Euganean Stadium on the Calcio Serie B between the Padua and Turin captain, started to look fought and enjoyable, but that would have turned out to be a real mockery for the Grenades.

During the second race of the race, unusual extra-sporting events are taking place, affecting the game: the lights of the Euganean race continue to fail, with first partial and then total blackouts. Just during the first of these, partial, comes the grid of Ruopolo's advantage that mocks Coppola's grenade goalkeeper who complains of low visibility.

Turin appealed against Padua who there is a danger of a 25-30. 000 euro.

Former Padua and Turin, Roberto Muzzi declared: "Saturday was a great match as far as it was played. The black-out? These things happen, it can happen. "

In 2017 in the race between Flamengo and Vasco da Gama , A game destined to go to history as one of the most incredible. During the race a Blackout left the stadium lit up exclusively by the fans' smartphone lights on the stairs.

Surely in all above mentioned cases more than anyone has generated beyond the obvious economic losses a serious image damage that does not erase certain paying money.

How important is a generator in a stadium?

The answer to this question is "five nine".

Rather the right question would be how much the security and structure manager is willing to risk? What's more, how much is the Calcio team playing matches against you?

Anyone who is not willing to risk turns to a specialized company and is concerned about having the best backup system possible.

We can clearly say that in a structure such as the Juventus Stadium (Allianz Sadium) the precautions taken in this regard are definitely higher than those adopted at other stages where we are often relied on generators to use Shipyard, installed as if there was no tomorrow And perpetually in derogation to something.

It smiles like the unsuccessful generators with obsolete technology, which requires an operator to go directly to the generator to check fuel levels and operational status, while the rest of the world using up-to-date technology is sitting In a steering cabin to handle everything comfortably from a terminal.

It's as if to see if there's still fuel in the car you need to get out of the car and personally test the level in proximity through the charging cap!

Who knows how many times we hear the choir from the Curve

Or some of the hopeless romantic presidents like to see the stadium lit  by the fans' cell phones.

....

 

 Il gruppo elettrogeno installato presso lo Stadio di Alessandria.

Il gruppo elettrogeno installato presso lo Stadio di Alessandria.

....Gruppo Elettrogeno di emergenza in Hotel: perché non dovresti sottovalutarlo. ..EMERGENCY GENERATOR AT THE HOTEL: WHY YOU SHOULDN'T UNDERESTIMATE IT. ....

....

“Siamo stati in questo residence qualche giorno fa per Capodanno… è mancata la corrente elettrica dalle ore 21.30 fino alle ore  04,00   del mattino senza che nessuno abbia fornito una giustificazione al  riguardo o che qualcuno si sia interessato in tempi celeri. Ovviamente il reso almeno parziale delle quote manco è stato preso...”

[Risposta della Struttura]

“Egr. Sig. Matteo, ci dispiace per il disagio causato dalla mancanza dell'energia elettrica durante le ore da lei menzionate ma, come comunicato a tutti i clienti, il problema è stato causato da un guasto nella cabina elettrica dell'Enel e il nostro personale addetto alla manutenzione, sempre presente fino al ripristino, non era autorizzato ad intervenire.”

Se non vuoi vederti costretto a giustificarti come un ragazzino con i tuoi Clienti per qualcosa di cui non hai nemmeno colpe, devi assolutamente leggere questo articolo

..

"We stayed in this residence a few days ago for new year's day, a bleckout from 9.30pm up to 04.00AM without any informations from the Hotel Stuff. Obviously, no way about a refound...”

[The Hotel response]

"Dear. Mr Matteo, we are sorry for the discomfort caused by the lack of electricity during the hours you mentioned but, as communicated to all customers, the problem was caused by a failure in the electric cabin of Enel and our staff Maintenance, always present until restoration, was not authorized to intervene. "

If you don't want to justify yourself to your customersas a kid with your customers for something you don't even have to be blamed for, you absolutely should  read this article ...

....

....

Nell’ era moderna, dove anche l’operazione più complessa si svolge utilizzando uno smartphone, dire ad un Cliente che la colpa dei tuoi problemi è del gestore di rete è assurdo.

Ti piacerebbe se un Ristoratore ti dicesse che il tuo Spaghetto alla Carbonara non arriverà mai al tuo tavolo perché “quelli del gas” non hanno portato una bombola carica?

Non puoi rimbalzare sul Cliente un problema che è solo ed esclusivamente Tuo.

Gruppo Elettrogeno di emergenza in Hotel: perché non dovresti sottovalutarlo.

..

 

In the modern era, where even the most complex operation is carried out using a smartphone, telling a customer that the fault comes from your network operator sounds ridiculous.

How  would you like it if the restaurant owner told you that your Carbonara Spaghetti will never come to your table because "those of the gas" did not bring a loaded gas cylinder?

You can not bounce on the Customer a problem that is exclusively yours.

Emergency Generator at the Hotel: Why you shouldn't  underestimate it.

....

....

Hai mai provato ha tenere gli occhi chiusi per qualche minuto? Così, solo per mettere alla prova gli altri tuoi sensi e magari orientarti dentro un locale o una camera.  A qualcuno capita di svegliarsi durante la notte, alzarsi dal letto e bere un bicchiere d’acqua senza aprire gli occhi nemmeno per un istante.

Mio Nonno, benché avesse perso la vista da ragazzo, ricordava a memoria la maggior parte dei collegamenti elettrici delle bobine di un motore elettrico, ed era addirittura in grado di indicare ad altri come eseguire il collegamento. Ancora oggi sentendone parlare mi domando come riusciva in tutto questo! Io malapena ricordo quello che ho mangiato ieri.

Una cosa è certa: restare al buio senza vedere niente è difficilissimo, ogni operazione diventa complicata e si avverte un senso di insicurezza molto intenso, tanto che riaprendo gli occhi si prova un grande sollievo.

Ora però, proviamo a rendere più complessa la situazione immaginando che più persone all’interno dello stesso locale chiudano gli occhi e debbano orientarsi all’interno di esso senza farsi del male.

Credo che sia decisamente complicato, non trovi?

Se a spegnere la luce sei stato tu?   In questo caso  non hai motivi per staresereno.

Se qualcuno di coloro che sono al buio dovesse subire un danno?  Nessuno vorrebbe essere al tuo posto.

Forse non ci crederai ma questo è quello che può accadere in un Hotel quando viene a mancare l’energia elettrica e tutto si spegne: luci, ascensori, montacarichi, computer, centralini telefonici, videosorveglianza, domotica delle camere, etc etc. Un grande numero di persone (Te compreso) si ritrova ad occhi chiusi a doversi muovere sperando di non fare danni e soprattutto di non fare male a qualcuno.

Forse starai pensando che non sto facendo altro che tirare acqua al mio mulino, d'altronde qui si vive di blackout e di generatori di emergenza durante il blackout, ma ti sbagli.

In realtà la soluzione alla situazione che ho immaginato prima non è quella di avere un gruppo elettrogeno di emergenza in Hotel, ma qualcosa di più: “Possedere un gruppo elettrogeno di emergenza che sia realmente efficiente”.

Tra avere un generatore di emergenza ed averne uno che funziona passa una gran bella differenza, come quella tra lanciarsi da un aeroplano con un paracadute oppure lanciarsi con uno zaino.

La maggior parte degli Hotel con un paio di stelle ed una proprietà orientata sulla qualità del servizio possiede un gruppo elettrogeno di emergenza, ma solo 3 strutture ricettive su 10 ne possiedono uno che funziona realmente.

Come mai? E’ semplice: non fanno manutenzione nel modo corretto!

Quando un Computer non funziona, oppure quando un Climatizzatore è in avaria le strutture ricettive provvedono rapidamente a risolvere il problema, mentre quando si tratta di gruppi elettrogeni di emergenza sembra ci sia sempre tempo a disposizione.

Se sei un manutentore e stai storcendo il naso, posso assicurarti che stai fraintendendo ciò che ho scritto. Lo so che fai  la manutenzione al generatore, ma sappiamo entrambi che hai dei limiti talvolta  tecnici talvolta strutturali e/o temporali per i quali di certo non hai nessuna colpa. (probabilmente spesso ti ritrovi a fare di più di quello che saresti tenuto a fare).

Possiamo dirlo: se fossi un massimo esperto di gruppi elettrogeni di sicuro il generatore sarebbe la macchina più efficiente della struttura e la stessa non andrebbe incontro a perdite economiche e di immagine.

..

Have you ever tried to keep your eyes closed for a few minutes? Just to test your other senses and maybe orient yourself in a room or a premise. Some of us  wake up at night, get out of bed and drink a glass of water without opening the eyes not even for a minute.

My grandfather, though he missed sight as a child, used to remember by heart most of the electrical wires of an electric motor, and was even able to tell others how to connect. Even today, talking to him, I wonder how he did it! I hardly remember what I ate yesterday.

One thing is for sure, though: staying in the dark without seeing anything is difficult. Every operation becomes complicated and you feel a very intense sense of insecurity , so that reopening the eyes, makes you feel like a great relief.

Now, however, we try to make the situation more complicated by the fact that more people inside the same room close their eyes and have to get inside it without hurting themselves.

I think it's definitely complicated, do not you find it?

If you turned off the light, were you? In this case you have no reasons for staresereno.

Should any of those who are in the dark get harmed? No one would want to be in your place.

Maybe you will not believe it but this is what can happen in a hotel when electricity is lost and everything goes out: lights, elevators, hoists, computers, telephone switchboards, video surveillance, home automation, etc etc A large number of people (including you) find themselves closed-minded to have to move hoping they will not do harm and above all not hurt someone.

Maybe you're thinking I'm just pulling water out of my mill, and here you live blackouts and emergency generators during blackout, but you're wrong.

In fact, the solution to the situation I have imagined before is not to have an Emergency Generator in the Hotel, but something more: " Possessing an emergency generator that is really efficient ".

Between having an emergency generator and having one working there is a big difference, like that between launching an airplane with a parachute or throwing a rucksack.

Most of the hotels with a couple of stars and a quality-oriented property feature an emergency generator, but only 3 accommodation on 10 has one that actually works.

Why? It's simple: they do not do the proper maintenance!

When a computer does not work, or when an air conditioner is failing, the facilities quickly resolve the problem, and when it comes to emergency generator sets it seems there is always time available.

If you are a maintainer and you are wiping your nose, I can assure you that you are misunderstood what I have written. I know you are maintenance to the generator, but we both know that you sometimes have some sometimes structural and / or temporal limits for which you certainly have no fault. (You probably often find yourself doing more than you would have to do).

We can say, if I were a top-of-the-line generator, the generator would be the most efficient machine in the facility and it would not be in the least economic and image loss.

....

....

Mi vengono in mente le partite di Calcetto in cui manca il portiere che ha dato buca all’ultimo minuto e capita di entrare a turno in porta. Succede poi che a fine partita c’è sempre il “fenomeno” che tira le somme con gli altri compagni su quanti goal hasubito la squadra per colpa mia mentre stavo in porta.

Ora io dico: ma secondo te se io fossi un “bravo portiere”, verrei mai a giocare a calcetto con te?!

Ecco perché bisogna essere obbiettivi: Il manutentore ordinario anche se  bravo e preparato può fare qualche bella parata, ma per parare un rigore ci vuole un Portiere vero!

 Sicurezza: Tutelarsi Tutelando

..

I remember the matches of Soccer where the goalkeeper who missed the last minute and missed in turn came to the door. It happens then that at the end of the game there is always the "phenomenon" that pulls the sums with other comrades on how many goals the team lost my fault while I was in the door.

Now I say, but in my opinion if I was a "good goalkeeper", would I ever play soccer with you ?!

That is why it must be objective: The regular maintainer, though good and prepared, can make some nice parade, but to save a penalty it will take a real Goalkeeper!

 Security: Protect yourself

....

....

Folgorati, ustionati, schiacciati, soffocati, mutilati: di gruppi elettrogeni si può morire.

Essere consapevoli di quelli che sono i rischi durante l’avviamento di un gruppo elettrogeno potrebbe fare la differenza tra un manutentore vivo ed uno morto.

Parlando di sicurezza in hotel o in una qualsiasi struttura ricettiva, ristorante, bar, etc, ci riferiamo principalmente a due figure, quella del cliente è quella dell’impiegato nella struttura.

Entrambe le figure devono essere tutelate allo stesso modo ma con sistemi e strumenti diversi dato che è evidente che il livello di informazione che puoi dare al Cliente non è paragonabile a quello che devi dare al tuo staff.

Per tutelarti devi tutelare, quindi in pratica devi dare evidenza di come hai fornito formazione specifica sulla conduzioni del gruppo elettrogeno e di come questo sia stato mantenuto efficiente attraverso regolari attività manutentive.

Costi: come gestirli

Si possono adottare specifiche strategie per ottimizzare i costi di gestione di un generatore.

La prima cosa da evitare è quella di non gestire la manutenzione con regolarità. Statisticamente, un gruppo elettrogeno senza contratto di manutenzione non funziona proprio nel momento in cui deve funzionare.

Un modo intelligente di gestire i costi è anche quello di pianificare gli interventi manutentivi più importanti nei periodi di basso afflusso di ospiti, permettendo di eseguire distacchi programmati e test funzionali, evitando di dovere richiedere interventi notturni o feriali a tariffe superiori.

Gestire in sicurezza un avaria del generatore in Hotel

Per la tua sicurezza e per quella dei tuoi collaboratori, ti chiedo di evitare soluzioni improvvisate e precarie che possono ritorcersi contro di te. E’ meglio un blackout che un grave incidente.

Appena si manifesta un blackout che non viene prontamente contenuto dal gruppo elettrogeno di emergenza, puoi procedere seguendo questi tre semplici passi:

1.       Individuare l’entità del blackout. Devi stabilire se si tratta di un’avaria interna alla tua struttura oppure  un guasto che interessa una più ampia area servita dal gestore elettrico.

2.       Accertare che non vi siano Ospiti all’interno di eventuali ascensori, quindi metterli fuori servizio.

3.       Solo dopo avere effettuato i precedenti passaggi puoi raccogliere le informazioni sull’avaria e contattare il centro assistenza. Quando contatterai il centro assistenza tieni a portata di mano i dati di targa del gruppo elettrogeno, del motore e dell’alternatore.

Se a leggere questo articolo è un Hotel Manager oppure un Manutentore, posso profetizzare con relativa certezza che in caso di Blackout e di mancato avviamento del generatore, entrambi si precipiteranno davanti al gruppo elettrogeno per cercare di capire cosa stia succedendo.

So benissimo cosa accade in questi casi, quindi ho pensato di farti un regalo: “Un prontuario delle principali avarie del gruppo elettrogeno”. E’ un poster che forniamo a tutti gli Hotel che stipulano un contratto di manutenzione con noi. E’ molto utile in caso di avaria perché ti permette di capire come operare e contattarci consapevole di quelle che sono le informazioni di cui abbiamo bisogno.

I "nostri Hotel" solitamente lo espongono fuori dai locali tecnici, oppure ne tengono una copia in ufficio a portata di mano. Spesso hanno risolto in autonomia molti problemi senza costi di intervento.

..

Bullets, burnt, crushed, suffocated, mutilated: Generating sets may die.

Being aware of those who are at risk while starting a generating set could make the difference between a live and a deadman maintainer.

Speaking of security at the hotel or in any accommodation facility, restaurant, bar, etc, we refer mainly to two figures, that of the client is that of the employee in the structure.

Both figures must be protected in the same way but with different systems and instruments since it is clear that the level of information you can give to the customer is not comparable to what you have to give to your staff.

In order to protect you, you have to protect it, so in practice you have to give evidence of how you have provided specific training on the generation of the generator and how this has been maintained efficiently through regular maintenance activities.

Costs: how to handle them

Specific strategies can be adopted to optimize the costs of managing a generator.

The first thing to avoid is that you do not handle the maintenance regularly. Statistically, a maintenance-free generator does not work right at the moment it has to work.

An intelligent way of managing costs is also to plan the most important maintenance interventions during low attendance periods, allowing scheduled rematches and functional tests, avoiding having to require night or week breaks at higher rates.

Safely manage a generator failure at the Hotel

For your safety and that of your collaborators, I ask you to avoid improvised and precarious solutions that may turn away from you. It's better a blackout than a serious accident.

As soon as you notice a blackout that is not readily contained by the emergency generator, you can proceed by following these three simple steps:

1. Find out the magnitude of the blackout. You have to determine whether this is a fault in your facility or a failure affecting a wider area served by the electric operator.

2. Make sure there are no Guests inside any elevators, and then put them out of service.

3. Only after you have made the previous steps you can collect the ignition information and contact the service center. When contacting the service center, keep the generator, engine and alternator nameplate data available.

If I read this article is a Hotel Manager or a maintainer, I can prophesize with certainty that in the event of blackout and failure of the generator, both will rush in front of the generator to try to figure out what is happening.

I know very well what happens in these cases, so I thought about giving you a gift: "A cover for the main breakdowns of the generator". It is a poster we provide to all Hotels that enter into a maintenance contract with us. It is very useful in case of failure because it allows you to understand how to operate and contact us aware of what is the information we need.

Our "hotels" usually expose them outside the technical premises, or they keep a copy in the office at hand. Often they have solved many problems autonomously without cost of intervention.

....

Se vuoi ottenere immediatamente e GRATUITAMENTE una copia in formato pdf, puoi utilizzare il form qui sotto e riceverla direttamente sulla tua casella di posta.

Privacy *
I dati saranno trattati con le modalità descritte nell’ informativa Privacy. Oltre alla risorsa Gratuita riceverai le Newsletter e le proposte commerciali.

....Automatici si nasce: Quando è un gruppo elettrogeno Automatico per davvero. ..BORN TO BE AUTOMATIC: WHEN THE DIESEL GENERATOR IS TRULY AUTOMATIC. ....

....

Il gruppo elettrogeno automatico è un generatore dotato di motore Diesel in grado di avviarsi in caso di assenza   della rete elettrica,

Specifichiamo “motore Diesel” poiché un gruppo elettrogeno con motore a benzina può essere automatico ma si rivela estremamente inaffidabile in quanto il motore a benzina non ha la stessa prontezza all’avviamento dopo lunghi periodi di stop tipici di un gruppo elettrogeno automatico.

..

The automatic generator is a generator equipped with a Diesel engine that can boot up in the absence of electricity,

We specify "Diesel engine" since a gasoline engine generator can be automatic but it is extremely unreliable because the petrol engine does not have the same startup speed after long stop periods as automatic generator sets usually do.

....

....

Per Generatore Automatico si intende in particolare un generatore in grado di procedere secondo la logica che segue:

1.       Identificare la mancanza Rete o anomalia nei parametri di rete

2.       Avviare e controllare il Diesel

3.       Pilotare i contattori oppure uno o più interruttori / commutatori motorizzati per la connessione dell’utenza/carico

4.       Rilevare il rientro della  Rete nei parametri corretti

5.       Commutazione per la connessione dell’utenza/carico alla rete  

6.        Arrestare il Diesel

7.        Ritorno nella posizione del punto 1 pronto a ripetere il ciclo ogni volta si renda necessario.

Quanto descritto sopra è la logica di funzionamento ideale di un Generatore realmente Automatico.

Il termine “realmente” è utilizzato di dovere, poiché si tende (anche tra gli operatori del settore) a confondere un gruppo elettrogeno automatico con un gruppo elettrogeno che “può” essere avviato tramite un contatto pulito che viene gestito da un quadro di controllo separato.

Volendo spiegare in altri termini il secondo caso, è come prendere il contatto di avviamento che sta dietro il pulsante start e portarlo distante su un altro quadro elettrico capace di chiudere ed aprire il contatto ovvero premere e rilasciare il pulsante.

Pare evidente che il generatore di cui sopra non è per niente automatico e che per funzionare ha bisogno di un ulteriore quadro dotato di logica capace di rilevare la presenza di rete e comandare l’avviamento e l’arresto del generatore. Apostrofare come “automatico” un generatore come questo è come andare al distributore di carburante e definire una pompa di benzina “automatica” quando in realtà sei tu a fare il rifornimento all’automobile. Riflettici: è una definizione comune ma di fatto è un termine improprio.

Una diffusa corrente di pensiero sostiene come la gestione dell’automazione resa separatamente, quindi non direttamente nel gruppo elettrogeno, possa dare dei vantaggi in termini di affidabilità del sistema in quanto si può sostituire facilmente il quadro ATS senza dovere intervenire sul gruppo elettrogeno.

Francamente ci sono tanti, troppi, motivi per bocciare questa soluzione, che si può ritenere valida solo in alcuni casi particolari. Ora andiamo a menzionarne solo alcuni:

Innanzi tutto è evidente che la situazione è reversibile, cioè da una parte potrebbe essere vantaggioso potere sostituire facilmente il quadro ATS senza dovere intervenire sul gruppo elettrogeno esattamente come d’altra parte avere un quadro di commutazione senza logica di comando è altrettanto facile da sostituire senza intervenire sulle logiche di gestione.

Il primo vantaggio nel disporre di un generatore realmente automatico, dotato cioè di un pannello di controllo automatico direttamente sul generatore, è che in questo modo si ha a che fare con una pannello di controllo in meno. Si, perché anche un generatore ad avviamento manuale predisposto per avviamento automatico con contatto start remoto avrà la sua centralina di protezione motore e gestione generatore. E’ evidente che gestire una sola centralina sia un lavoro più “pulito” nella maggioranza dei casi.

a)      Con un pannello di controllo automatico è facile avere una situazione chiara di quello che accade nell’impianto e sul gruppo elettrogeno. Significa anche avere a disposizione in un solo dispositivo i dati del Generatore e della Rete. Ad esempio possiamo interpretare nel comportamento del gruppo elettrogeno un sovraccarico sull’utenza/carico.

b)      Talvolta il sistema ATS con logica separata è semplicemente un commutatore di linea, di conseguenza non identifica problemi complementari alla rete quali bassa tensione, mancanza fase, bassa tensione su una sola fase, etc etc.

Problemi facilmente individuabili dal pannello di controllo g.e. montato a bordo macchina

Un gruppo elettrogeno è automatico quando fa tutto da solo. Se ha necessità di interventi esterni allora non è automatico.

Eventualmente sarebbe il “sistema” nel suo complesso, ad essere automatico.

..

Automatic generator is a generator that operates according to the following logic:

1. It should identify grid failures or anomalies in network parameters

2. Start and control the Diesel

3. Pilot the contactors or one or more motorized switches / circuit breakers for the connection of the load

4. Detecting the Return of the Network in the Parameter Triggers

5. Switching for network / network connection  

6. Stop the Diesel

7. Return the position of the point 1 ready to repeat the cycle whenever it becomes necessary.

The above descrition is the ideal operating logic of a truly Automatic Generator.

The term "really" is used as a duty, since it tends to (even among industry operators) confuse an automatic generator set with a generating set that can "be started" through a clean contact  operated by a separate control panel .

If you want to explain in the second case the second case, it's like taking the startup contact behind the start button and taking it away to another electric board that can close and open the contact or press and release the button.

Obviously, the above-mentioned generator is by no means automatic and that it needs a further logic framework capable of detecting network presence and commanding the generator startup and shutdown. Apostrophate as an "automatic" generator like this is how to go to the fuel distributor and define an "automatic" petrol pump when you really are to refuel to the car. Reflective: It is a common definition but in fact it is an improper term.

A widespread current of thought argues that the management of the automation rendered separately, and therefore not directly into the generator, can give advantages in terms of system reliability since it can easily replace the ATS frame without having to intervene on the generator set.

Frankly, there are many, too many, reasons to reject this solution, which can only be considered valid in some particular cases. Let's just mention just a few of them:

First of all, it is evident that the situation is reversible, that on one hand it might be advantageous to be able to easily replace the ATS frame without having to intervene on the generator just as well as having a switching board without command logic is equally easy to replace without To intervene on the logic of management.

The first advantage of having a truly automatic generator, which has an automatic control panel directly on the generator, is that it has to do with a less control panel. Yes, because even a manual start-up generator set up for automatic starting with remote start contact will have its engine protection and generator management unit. It is clear that managing a single control unit is a "clean" job in most cases.

A) With an automatic control panel it is easy to have a clear situation of what is happening in the plant and on the generator. It also means that you have the generator and the network data available in one device. For example, we can interpret the load / load overload in the generator set behavior.

B) Sometimes the separate logic ATS is merely a line commutator, therefore it does not identify network problems such as low voltage, phase failure, single-phase voltage, etc.

Problems easily identified by the control panel mounted on board

A generator is automatic when it does it all alone. If it needs external intervention then it is not automatic.

Eventually it would be the "system" as a whole, to be automatic.

....

....

Un gruppo elettrogeno automatico non è solo una centralina

Se bastasse una centralina di controllo e gestione a rendere automatico un generatore sarebbe tutto più semplice, ma non è così.

Il gruppo elettrogeno automatico senza un caricabatterie statico non sarebbe in grado di funzionare correttamente in quanto la batteria di accumulatori non sarebbe sufficientemente carica per garantire uno o più cicli di avviamento.

Il caricabatterie statico non è altro che un caricatore che alimentato dalla tensione di rete provvede al mantenimento della  carica alla  batteria anche quando il gruppo elettrogeno è spento.

Il preriscaldo è un altro elemento importante per un gruppo elettrogeno automatico che spesso non viene preso abbastanza sul serio.

L’avviamento di un gruppo elettrogeno di emergenza avviene con la presa di tutto il carico elettrico in un unico step. Per volere fare un paragone è come se al  mattino  nella stagione invernale  accendiamo il motore della nostra automobile e partiamo immediatamente a tutta velocità, magari percorrendo una salita.

Il preriscaldo, detto anche scaldi glia, è un riscaldatore che alimentato dalla tensione di rete, mantiene in temperatura l’acqua contenuta nel circuito di raffreddamento del motore, oppure l’olio lubrificante contenuto nella coppa. Entrambi le tipologie di preriscaldo hanno lo scopo di tenere caldo il motore in modo che il motore possa avviarsi anche con temperature esterne particolarmente basse e soprattutto possa erogare da subito la massima potenza senza un  ciclo di preriscaldo preliminare  senza carico.

Ecco perché automatici si nasce: non un gruppo elettrogeno manuale troppo facilmente chiamato automatico dai venditori ma un vero generatore automaticoe non ci penso più.

..

An automatic generator set is not just a control unit

If it was enough for a control and management control unit to make a generator automated it would be simpler, but that is not the case.

The automatic generator without a static charger would not be able to function properly because the battery of the accumulators would not be sufficiently charged to guarantee one or more start-up cycles.

The static charger is nothing more than a charger powered by the mains voltage to maintain battery charge even when the generator is switched off.

Preheating is another important element for an automatic generator that is often not taken seriously enough.

The start up of an emergency generator unit takes place by taking all electrical loads in one step. To make a comparison is as if in the mornings in the winter season we ignite the engine of our car and start immediately at full speed, perhaps by climbing.

The preheating, also called hot, is a heat source that is powered by mains voltage, keeps the water contained in the engine coolant, or the lubricating oil contained in the cup at a temperature. Both preheating types have the purpose of keeping the engine warm so that the engine can start up even with particularly low external temperatures and above all it can dispense the maximum power immediately without a pre-heating cycle without load.

That's why automates are born: not a manual generator too easily called automatic by vendors but a real automatic generator I no longer think about it.

....

....Recogeno™ : Ecco come recuperare calore anche se non hai un Cogeneratore. ..RECOGENO ™: HERE'S HOW TO RECOVER HEAT EVEN IF YOU DO NOT HAVE A COGENERATOR. ....

recogeno recovery system

....

Forse non è la scoperta dell’acqua calda, ma ci siamo andati davvero molto vicini.

Durante una visita presso un nostro cliente nel Nord Europa, abbiamo notato con quale difficoltà e con quali costi i cantieri devono gestire il riscaldamento dei locali adibiti a spogliatoi, mensa e uffici. Nella maggioranza dei casi si alimentano termoconvettori elettrici utilizzando uno o più gruppi elettrogeni da cantiere.

Anche lavarsi le mani diventa un problema in cantiere quando l’acqua è gelida, quindi le imprese devono dotarsi di riscaldatori alimentati elettricamente.

In realtà è noto come sia possibile produrre calore con un cogeneratore, tuttavia è altresì evidente come sia antieconomico per quasi tutti i cantieri installarne uno, sia per motivi economici, che per motivi tecnici e burocratici.

Il cogeneratore convenzionale, ovvero con recupero termico dai fumi di scarico o dal circuito di raffreddamento, non sposa con l’idea di applicazione temporanea o provvisoria che caratterizza il cantiere edile o equiparabile, inoltre, una delle prerogative è l’uso continuativo, cosa decisamente inusuale per un generatore in cantiere, che ha un utilizzo medio di 8 / 10 ore al giorno.

Ecco come è nata l’idea “Recogeno”: da una parte la necessità di acqua calda / aria calda, dall’altra l’esigenza di recuperare calore senza costi impossibili da ammortizzare per un cantiere.

Recogeno recupera calore irraggiato da qualsiasi gruppo elettrogeno con motore Diesel raffreddato a liquido. E’ un sistema di recupero remoto, ovvero non si inserisce nel circuito di raffreddamento del motore o nell’impianto di scarico fumi, tuttavia ne raccoglie il calore.

Il segreto di questo sistema brevettato è la semplicità di installazione e di utilizzo. Immagina di installare in soli 30 minuti un piccolo modulo di recupero termico capace di fornirti 80 litri d’acqua ad una temperatura di 50°C dopo soli 60 minuti utilizzando un gruppo elettrogeno da appena 12kW.

Immagina di fare tutto questo gratis e rispettando l’ambiente.

..

Maybe it's not the hot water discovery, but we've been really close to it.

During a visit to our customer in Northern Europe, we noticed how  difficult and  enpensive handling the heating of locker rooms, canteens and offices for construction yards was. In most cases, electric heaters are powered by one or more building site generators.

Even washing your hands becomes a problem at the site when the water is cold, so firms need to have electrically powered heaters.

How heat can be produced with a cogenerator is a fact. However, it is known as a non economic system for almost all yards to install one due to economic, technical and bureaucratic reasons.

The conventional cogenerator,  with thermal recovery from exhaust fumes or cooling circuit, does not match with the idea of temporary application which characterizes the construction site or equivalent, and one of the prerogatives is the continuous use, which is definitely unusual for a generator on site with an average use of 8 / 10 hours per day.

Here is how the "Recogeno ™ idea was born ": On the one hand the need for hot water / hot air, on the other the need to recover heat without costs impossible to amortize for a yard.

Recognized ™ Recovers irradiated heat from any generator set with liquid cooled diesel engine. It is a remote recovery system, ie it does not fit into the engine cooling circuit or in the smoke exhaust system, but collects heat.

The secret of this patented system is the simplicity of installation and use. Imagine installing in just 30 minutes a small heat recovery module capable of supplying 80 liters of water at a temperature of 50 ° C just after 60 minutes using a generating set of just 12 kW .

Imagine doing all this for free and respecting the environment.

....

recovey heat

....

Recogeno non ha la presunzione di sostituire un sistema di recupero termico convenzionale, che per prestazioni non ha eguali, anche perché di fatto sarebbe addirittura complementare considerato che esso recupera un'altra parte di calore che lo scambiatore tradizionale trascura, ovvero quella parte termica che viene irraggiata dal motore principale. In altre parole Recogeno recupera quella parte di calore che “scotta” quando ti avvicini ad un motore in moto.

Recogeno ha l’obbiettivo di sviluppare un nuovo settore di recupero termico su gruppi elettrogeni non in servizio continuo.

Recogeno in 6 punti…

  • E’ compatibile con la maggior parte dei gruppi elettrogeni diesel raffreddati a liquido.
  • Non è necessario modificare il motore diesel, pertanto non si compromette la garanzia.
  • Raggiunge rapidamente la temperatura di esercizio anche dopo soli 50 minuti di funzionamento al 75% del carico elettrico nominale. (non risente sensibilmente delle variazioni di carico)
  • Si può installare con ottimi risultati anche sui piccoli generatori a partire da 15kVA.
  • E’ versatile: può essere utilizzato per riscaldare ambienti o per produrre acqua calda sanitaria o di processo.
  • Non c’è rischio di contaminazione in quanto i fluidi non entrano mai in contatto con altri fluidi contaminati dato che il circuito è totalmente indipendente.

Il sistema si può definire “Universale”, non ha limiti di applicazione e rappresenta una soluzione eco sostenibile essendo il primo sistema di questo tipo capace di ridurre le emissioni riducendo i consumi.

Recogenopuò essere impiegato anche per l’abbattimento della temperatura in uscita dal gruppo elettrogeno silenziato, ideale per applicazioni in cui vi è la necessità di contenere la temperatura dell’aria calda prodotta dal generatore.

Per scoprire di più su Recogenovisita il sito www.recogeno.com oppure segui le novità sui social e sul canale youtube.   

..

Recogeno  ™   does not have the presumption to replace a conventional thermal recovery system which, by virtue of its performance, is unequal. Actully it would even be complementary considering that it recovers another part of the heat that the traditional heat exchanger neglects, that is the heat part irradiated from the main engine. In other words, Recogeno  ™   recovers that part of heat that "burns" when you approach an engine in motion.

Recogeno  ™  has the goal of developing a new thermal recovery sector on non-continuous generating sets.

Recogeno  ™ In 6 points ...

·        It is compatible with most liquid cooled diesel generator sets.

·        No need to modify the diesel engine, so it does not compromise on the warranty.

·        It quickly reaches the operating temperature even after just 50 minutes of operation at 75% of the rated electric load. (It does not severely affect the load variations)

·        It can be installed with excellent results even on small generators starting from 15 kVA.

·        It is versatile: it can be used to heat environments or to produce hot water or process water.

·        There is no risk of contamination because the fluids never come into contact with other contaminated fluids since the circuit is totally independent.

The system can be defined as "Universal", it has no application limits and it represents a sustainable eco-friendly being the first such system that can reduce emissions by reducing fuel consumption.

Recogeno  ™  can also be used to lower the output temperature from the silenced generator set, ideal for applications where there is a need to contain the hot air temperature produced by the generator.

To find out more about Recogeno  ™  visit the site www.recogeno.com Or follow the news on social and youtube channels.

....                                                                                         

....Ecco 6 errori da non fare  quando acquisti un gruppo elettrogeno!..HERE ARE 6 ERRORS TO AVOID WHEN BUYING A GENERATOR!....

....

Prendi i tuoi soldi, portali dal venditore di generatori, il “Generatori - Vendolo”, e ti sarà consegnato il tuo nuovo generatore.

Facile?

Per alcuni comprare un gruppo elettrogeno è stata un esperienza di questo tipo, tanto semplice prima ma tanto difficile poi, quando scopri che hai comprato male.

Potrei garantirti che comprando un Generatore Orefice Generators non avresti mai questo problema, perché la professionalità, bla bla bla…,l’orientamento il Cliente, bla bla bla, la qualità, etc etc, ma voglio fare qualcosa in più, voglio svelarti quali sono i 6 errori da non fare assolutamente quando compri un gruppo elettrogeno. Ti voglio raccontare i segreti che stanno dall’altra parte del banco, dalla parte di chi produce e vende tutti giorni gruppi elettrogeni, e ti posso garantire che consapevole di queste preziose informazioni, sarà difficile tornare a casa scontento.

Chi acquista un gruppo elettrogeno può essere un Utente finale, ovvero colui che utilizzerà realmente il prodotto, oppure un rivenditore, che forse lo installerà o lo metterà in servizio. Per entrambe le figure abbiamo informazioni importanti, quindi non mollare e arriva fino in fondo all’articolo.

Se proprio vorrai comprare una porcheria, beh, almeno lo farai pienamente consapevole e informato.

..

Get your money. Hand it to the generator seller, the "Generators Monger", and your new generator will be delivered to you.

Easy, isn't it?

For some people, buying a generator set was such an experience, so simple before but so hard afterwards, when you find that you bought the wrong one.

I could assure you that by buying a Generator Orefice Generators Bla bla bla bla bla bla bla bla bla ..., Customer orientation, bla bla bla, quality, etc etc, but I want to do something more to be out of the 6 mistakes that you should not Absolutely do when you buy a generator set. I would like to tell you that you are on the other side of the bench.

Whoever purchases a generator can be a final user, the one who will actually use the product, or a reseller who may install it or put it into service. For both figures we have important information, so do not give up and come to the end of the article.

If you really want to buy a piece of junk, well, at least you will do it fully aware and informed.

....

....

1.       Non sapere perché vuoi comprare un generatore.

..

1.  You don't know why you need to buy a generator.

....

....

Banale ma importante.

Non puoi comprare un gruppo elettrogeno senza sapere che tipo di applicazione intendi eseguire. Prima di rivolgerti a un produttore o all’installatore / rivenditore, riordina le idee e raccogli questi dati:

·         Vuoi un generatore che si avvia quando manca la rete elettrica oppure vuoi avviarlo manualmente?

·         Quante ore al giorno utilizzerai il generatore?

·         Che tipo di apparecchiature vorresti alimentare con il gruppo elettrogeno?

·         Conosci potenza e tensione delle apparecchiature da connettere?

Sia chiaro che anche in assenza delle informazioni qui sopra, molti saranno capaci di formulare un offerta, ma sarà una proposta economica e non “la soluzione”. Se chiederai un offerta senza fornire questi dettagli, sarà come decidere il luogo in cui fare una vacanza facendo girare un mappamondo e fermandolo con un dito in un punto qualsiasi: hai un enorme possibilità di finire in mare aperto, nell’Oceano Pacifico.

..

Trivial but so important.

You can not buy a generator without knowing what kind of application you intend to run. Before contacting a manufacturer or installer / retailer, get yourself together and collect these data:

· Do you want a generator that starts when the power supply is missing or do you want to start it manually?

· How many hours a day will you use the generator?

· What kind of equipment would you like to supply with the generator?

· Do you know the power and voltage of the equipment to connect?

To be clear,  even in the absence of the information above, many will be able to formulate a bid, but it will be an economic proposal and not the "solution." If you ask for an offer without providing these details, it will be like deciding on the place to go for a holiday by spinning a globe and picking a point: you have a huge chance to end up in the Pacific Ocean.

....

....

2.       Pensare che l’unica differenza sia la potenza.

Il primo errore, che è anche quello più diffuso, è credere che i generatori siano tutti uguali e che l’unica differenza sta nella loro potenza.

Ecco, per prima cosa devi resettare totalmente questa convinzione, che ti porterà nella migliore delle ipotesi a spendere più denaro, e nella peggiore ad acquistare qualcosa che non ti serve e che non potrai utilizzare.

Se ti proponessi un viaggio chiedendoti di scegliere se viaggiare alla guida di una Lamborghini Aventador oppure sulla gobba di un dromedario, cosa sceglieresti?

Hai scelto la Lamborghini?

Potrei farti cambiare idea se ti dicessi che il viaggio proposto deve attraversare un deserto di dune di sabbia? Credo proprio di si! Anche se probabilmente non sei un esperto di Lamborghini e di Dromedari, sicuramente rivaluterai la tua scelta, perché capisci che ci sono delle differenze importanti nel risultato, benché entrambi siano dei mezzi di trasporto molto diversi tra loro. Capisci anche che il prodotto più adatto è legato alla tua esigenza e nient’altro.

..

2. Thinking the only difference is the power.

The first mistake, which is also the most widespread, is to believe that generators are all equal and that the only difference lies in their power.

Well first  you have to completely reset this conviction which will lead you at best to spend more money, and at worse to buy something you do not need and you will not be able to use.

If I offer you a trip asking you to choose whether to travel driving a Lamborghini Aventador or on a dromedary hump, what would you choose?

Have you chosen Lamborghini?

Can I make you change idea if I tell you that the proposed trip must cross a desert of sand dunes? I  think so! Although you are probably not an expert on Lamborghini and Dromedaries, you will surely reevaluate your choice because you understand that there are important differences in the result, though both are very different means of transport. You also know that the most suitable product is related to nothing else but your need.

....

....

Quando scegli un gruppo elettrogeno per te o per i tuoi Clienti, non valutare solo la potenza.

Se il gruppo elettrogeno è per te o la tua azienda, considera almeno questi tre elementi:

·         Intervalli di manutenzione e relativi costi.

·         La presenza di tutte le dotazioni che ne consentono il funzionamento.

·         La marca del motore e la presenza di un distributore del marchio nella tua Nazione.

Se il generatore è per un tuo Cliente, potresti pensare che i punti precedenti non ti riguardano, ma ricordati sempre che il Cliente è Tuo! Qualsiasi cosa gli proporrai, qualsiasi prodotto installerai, resterà il Tuo Cliente, forse non ti dirà “grazie” quando avrai fornito un prodotto funzionante, ma stai certo che ti farà una bella raccomandata quando il prodotto che hai fornito non sarà quello che si aspettava o addirittura non sarà conforme alle specifiche richieste.

Quindi fai molta attenzione a quello che porti a casa dei tuoi Clienti:

·         Valuta bene l’applicazione e la potenza necessaria.

·         Considera con attenzione i costi di installazione.

·         Tieni conto che potresti dovere fornire qualche tipo di assistenza anche durante il periodo di garanzia.

..

When choosing a generator for you or your customers, do not evaluate only the power.

If the generator is for you or your company, consider at least these three elements:

· Maintenance intervals and related costs.

· The presence of all the equipment that allows it to operate.

· The brand of the engine and the presence of a brand distributor in your country.

If the generator is for your customer, you may think that the previous points do not concern you, but always remember that the customer is yours! Whatever you propose, any product you install will remain your Customer, maybe you will not say "thank you" when you have provided a working product, but be sure it will make a nice registered letter when the product you provided will not be what you expected or Even will not conform to the specifications.

So pay close attention to what you bring to your Clients :

· Consider the application and the power you need.

· Consider installation costs carefully.

· Please note that you may have to provide some kind of assistance during the warranty period.

....

....

3.       Guardare ma non leggere.

..

3. Look but don't read.

....

....

Dobbiamo prendere atto che il 90% delle persone che vogliono acquistare un generatore, (questo non vale solo per i generatori) non sanno leggere un preventivo, specialmente quando questo contiene una grande quantità di caratteristiche tecniche e specifiche di funzionamento. Con questo non stiamo insinuando che il 90% delle persone non capisce niente di gruppi elettrogeni, ma che la lettura di un offerta spesso viene male interpretata e soprattutto viene trascurata la parte relativa alle dotazioni.

I giochi di prestigio sul preventivo non sono una cosa rara, si tratta di un vizio diffuso in tutto il mondo, con offerte per la fornitura di gruppi elettrogeni senza serbatoio del carburante, senza interruttore generale, senza silenziatore, senza accumulatori di avviamento, senza liquidi di primo impianto, solo per citarne alcuni.

Non c’è nulla di male nel proporre un generatore senza uno o più degli elementi di cui sopra, a patto che poi questa differenza venga considerata tecnicamente prima ed economicamente poi.

..

We have to realize that 90% of people who want to buy a generator (this is not only for generators) do not know how to read a quote, especially when it contains a large amount of technical and operating specifications. With this we are not insinuating that 90% of people do not understand anything about generating sets, but reading an offer is often  misunderstood, and the part where equipements are mentioned is neglected

Magic tricks are not a rare thing, it's a widespread  vice, with offers for supplying generator sets without fuel tank, without main switch, no silencers, no starter batteries, no liquids Of the first plant, just to name a few.

There is nothing wrong with proposing a generator without one or more of the above elements, provided that this difference is technically considered first and then economically.

....

....

4.       Andare a comprare i Pomodorie tornare a casa con le Cipolle

..

4. Go buy tomatoes back with the Onions

....

....

“L’Ingeniere mi ha detto che ho bisogno di un generatore da 10kW in servizio continuo, trifase con motore xxxx elettronico 1500rpm”.

Poi succede che incontri il venditore d’assalto che non distingue un motore diesel da un motore a benzina e torni a casa con un gruppo elettrogeno da 10kW monofase con motore a 3000rpm.

Non è un esempio estremo, è un caso reale, una storia comune a molti che si perdono nell’acquisto di un generatore, per inesperienza, per la convinzione di fare un affare, per mancanza di competenza, e chi più ne ha più ne metta.

Ti è mai capitato di andare a fare la spesa e comprare le Cipolle solo perché non hai trovato i pomodori?

Credo proprio di no! Quindi per quale motivo comprare un generatore “inappropriato” solo perché non hai trovato il gruppo elettrogeno che cercavi?

Ti propongo uno schema logico da seguire per meglio valutare la scelta.

Gruppo elettrogeno con motore a Benzina – Solo per applicazioni “manuali”, mai per applicazioni automatiche.

Gruppo elettrogeno con motore Diesel a 3000rpm – Solo per applicazioni non continue, max 3 / 4 ore al giorno o con una pausa di almeno 2 ore tra ogni ciclo di lavoro.

Gruppo elettrogeno con motore Diesel a 1500rpm – Tutte le applicazioni con uso continuo e intensivo.

Gruppo elettrogeno con motore Diesel regolato elettronicamente – Per applicazioni dove vi sono utenze di tipo sensibile.

..

"The engineer told me that I need a 10 kW generator in continuous duty, three-phase with electronic xxxx engine 1500 rpm".

Then it happens that you meet the pitchman that does not distinguish a diesel engine from a gasoline engine and come home with a 10 kW single-phase generator withengine at 3000 rpm .

It is not an extreme example, it is a real case, a common story among many who are lost in the purchase of a generator, for inexperience, for the belief of making a deal, lack of competence, and so on and so forth .

Have you ever been to go shopping and buy onions just because you did not find the tomatoes?

I really do not think so! So why buying an "inappropriate" generator just because you did not find the generator you were looking for?

I propose you a logical patterns to follow in order to better evaluate your choice.

Gasoline engine generator - Only for "manual" applications, never for automatic applications.

Generator with Diesel Engine at 3000 rpm - Only for non-continuous applications, max 3 / 4 hours per day or with a break of at least 2 hours between each work cycle.

Generator with Diesel engine at 1500 rpm - All applications with continuous and intensive use.

Generator set with Diesel engine electronically controlled - For applications where you have sensitive devices.

....

....

5.       Acquistare un prodotto “base” convinti di poterlo modificare.

..

5. Buy a "base" product  convinced that you can modify it.

....

....

L’idea malsana nasce solitamente per motivi di budget, quando non puoi permetterti qualcosa ma la vuoi ugualmente, quindi escogiti un progetto che ti vedrà prima comprare un prodotto in versione base e poi trasformarti in un McGiver provetto per modificare il gruppo elettrogeno.

Devo darti una delusione: nella grande maggioranza dei casi non puoi farlo. Non puoi modificare una macchina provvista di marcatura CE senza procedere secondo le norme.

Vuoi comprare un generatore con avviamento manuale e poi trasformarlo in automatico? Spenderai di più e dovrai certificarlo.

Vorresti comprare un gruppo elettrogeno in versione aperta senza cabina per poi costruire una “casa” su misura per alloggiarlo? Spenderai di più, inoltre la “casa” sarà equiparata ad un locale tecnico, quindi dovrà rispettare alcune caratteristiche specifiche.

Il consiglio è quello di fare un investimento misurato ma corretto, acquistando tutto quello che occorre e tutti gli optionals necessari direttamente montati in fabbrica.

..

The unsound idea usually arises for budget reasons when you can not afford anything but want it the same, so invent a project that allows you first to buy a basic product and then turn  into a McGiver trying to modify the generator.

I have to disappoint you: in the vast majority of cases you can not do it. You can not modify an EC marking machine without proceeding according to the standards.

Do you want to buy a generator with manual start and then turn it into automatic? You will spend more and you will have to certify it.

Would you like to buy a generic open cabinet without cabin and then build a "home" to fit it? You will spend more, also the "home" will be compared to a technical room, so it will have to comply with some specific features.

The advice is to make a measured but correct investment, buying everything you need and all the necessary options directly mounted at the factory.

....

....

6.       Non lo userò mai

“Tanto non lo userò mai”. Sentiamo spesso questa frase da molti Clienti. Sono convinti che installeranno il gruppo elettrogeno e che questo non entrerà mai in funzione, perché “tanto qui la corrente non manca mai”.

Hai presente il motociclista che non metteva il Casco perché  “tanto io non casco mai…”. Ecco, adesso gli amici e i parenti tutti, lo ricordano con affetto.

Questa teoria del generatore che non entrerà mai in funzione è stata portata avanti da alcune case costruttrici che volevano piazzare sul mercato prodotti allestiti con motori e alternatori Cinesi a basso costo. Commercialmente, forse, ha un senso, ma per giustificare tecnicamente una scelta così stupida hanno inventato la storiella del generatore che non si accenderà mai.

Se sei convinto che il generatore non si avvierà mai, allora non comprarlo!

..

6. I will never use it

"I will never use it." We often hear this phrase from many Customers. They are convinced that they will install the generator and that this will never come into operation, because "so much current is never missing".

You know the biker who did not put the Helmet because "It's okay, I don't fall that easy

This generator theory that will never come into operation has been carried on by some manufacturers who wanted to market products with low-cost Chinese engines and alternators. Commercially, it perhaps, makes sense, but to technically justify such a stupid choice they invented the story of the generator that will never turn on.

If you are convinced that the generator will never start, then do not buy it!

....

....

Ecco qui sotto il video integrale in cui parliamo di quali sono gli errori da evitare quando acquisti un gruppo elettrogeno.

Se il Video ti piace, iscriviti al nostro canale Youtube per restare aggiornato su tutti i prossimi video.

..

Here is the full video where we talk about the mistakes to avoid when purchasing a generator.

If you like Video, subscribe to our Youtube channel to stay up to date on all of the upcoming videos.

....

....Gruppi Elettrogeni trifase per alimentare carichi monofase: distribuire un carico. ..THREE-PHASE GENERATORS FOR SINGLE-PHASE LOADS: DISTRIBUTE A LOAD. ....

 Orefice Generators - Copyright 2017

Orefice Generators - Copyright 2017

....

Nel dimensionare la potenza di un generatore occorre valutare attentamente  quale sia  il tipo di utenza da alimentare.

Spesso si è nella condizione di disporre di un gruppo elettrogeno trifase e di dovere alimentare un carico monofase. Come procedere?

Avrai sentito dire che un gruppo elettrogeno trifase di Potenza P=3kW può alimentare un carico monofase di potenza pari a 1kW perché Pm=P/3.

Si tratta di una condizione valida per tutti gli alternatori con avvolgimenti collegati a Stella, con una tensione concatenata pari a 400V, dove per ottenere la tensione monofase di 230V non facciamo altro che alimentare il carico tra una fase ed il centro stella.

I carichi monofase alimentati da un gruppo elettrogeno trifase devono essere distribuiti in modo tale che su ogni fase circoli  non oltre  la corrente nominale del gruppo elettrogeno.

Notare come si parli di potenza ma anche di Corrente, questo perché va tenuto conto che alcuni carichi al momento dell’inserzione hanno un assorbimento superiore, ovvero correnti più elevate. Va da se che un tecnico accorto possa basarsi prima su un calcolo sperimentale, ma poi debba necessariamente misurare i carichi elettrici distribuiti sulle fasi con l’ausilio di uno strumento di misura.

Se non hai a disposizione uno strumento per misurare le correnti ma disponi di un generatore Orefice con pannello di controllo VEOTM , puoi comodamente monitorare gli assorbimenti direttamente dal Display.

..

When dimensioning the power of a generator, it is necessary to carefully evaluate the type of power to be supplied.

It's very comon that one has  a three-phase generator set and has to supply a single-phase load. How to proceed?

You must have heard that a three-phase generator of Power P = 3 kW can drive a single-phase power load of 1 kW because Pm = P / 3.

This condition is valid for all alternators with Star  windings connection and a voltage of 400 V, where to obtain the single-phase voltage of 230 V, we just power the load between a phase and the Star center.

“Single-phase loads powered by a three-phase generating set must be distributed in such a way that, at each phase, no more than the rated current of the generator is running.

Notice how we talk about power but also about current, because it is important to note that some loads at the time of insertion have a higher absorption, or higher currents. It goes without saying that an experienced technician can rely first on an experimental calculation, but then he must  measure the electrical loads distributed over the phases with the aid of a measuring instrument.

If you do not have a calibration tool, but you have a Generator branded Orefice with VEOTM control panel , you can easily monitor the absorption directly from the Display.

....

veo control panel

....

Se non disponi di uno strumento di misura e di gruppo elettrogeno Orefice non sarai in grado di accertare la corretta distribuzione dei carichi tra le fasi.

..

If you do not have a measuring instrument neither a generator  Orefice you will not be able to ascertain the correct distribution of loads between phases.

....

....

Cosa accade se i carichi non vengono distribuiti correttamente?

Può succedere che il gruppo elettrogeno vada in sofferenza   e che in particolare gli avvolgimenti presenti all’interno dell’alternatore arrivino a surriscaldarsi sino a “bruciarsi” ed interrompersi.

Per fare un paragone, immaginiamo che il carico elettrico sia una pesante busta della spesa, e che portiamo questa busta per centinaia e centinaia di metri sempre con lo stesso braccio. Arriveremo a destinazione con un braccio affaticato e sensibilmente più soggetto ad un infortunio. Dividendo il carico in due buste non cambierebbe il lavoro da compiere, e forse nemmeno la fatica, tuttavia sarebbe più facile portare il carico a destinazione evitando dolori e rischio.

I carichi squilibrati sono uno dei maggiori fattori di avaria in un alternatore e di conseguenza in un gruppo elettrogeno.

Non è tutto qui…

Un carico squilibrato potrebbe danneggiare l’utenza ad esso collegata, specialmente quando è un carico variabile.  Una utenza costituita da apparecchiature elettroniche potrebbe non funzionare correttamente.

..

What if the loads are not properly distributed?

It may happen that the generator will go into distress and that the windings inside the alternator may overheat until they "burn" and interrupt.

To make a comparison, we imagine that electric load is a heavy shopping bag that we carry for hundreds and hundreds of meters with the same arm. We will reach our destination with a tired arm that is more subject to an injury. Dividing the load into two envelopes would not change the work to be done, and perhaps even fatigue, however it would be easier to carry the load to the target avoiding pain and risk.

Unbalanced loads are one of the major breakdown factors in an alternator and consequently in a generator set.

That's not all

An unbalanced load can damage the user connected to it, especially when it is a variable load. An electronic equipment user may not work properly.

....

....

Capita specialmente ai Service Audio che noleggiano o acquistano un gruppo elettrogeno al quale poi   collegano il loro quadro prese senza cura di verificare quanta corrente stanno prelevando da ogni singola fase.

Facciamo un esempio per spiegare meglio cosa può accadere:

·         Gruppo elettrogeno con potenza elettrica Continua pari a 16 kW; fattore di potenza 0,8; tensione nominale trifase 400V.

·         Carico elettrico monofase da collegare pari ad un totale di 8 kW così suddiviso:

o   Lampade Alogene: 5 kW

o   Altri utilizzatori dotati di trasformatore: 3 kW

Istintivamente il Tecnico meno esperto si sentirebbe libero di collegare tutte le lampade alogene sotto una fase ed i restanti 3 kW sotto un'altra fase. Con questa suddivisione, considerando una corrente di inserzione delle lampade alogene pari ad almeno 10 volte la corrente nominale per un tempo medio di 0,12 s, non solo avrà problemi nell’accensione delle lampade, ma sovraccaricherà il generatore che per almeno 0,12 s, non garantirà valori di tensione e frequenza idonei ad alimentari i restanti 3 kW con il rischio di procurare  danni per valori di tensione fuori dai limiti.

..

That happens especially to Audio Services that hire or purchase a generator to which they then connect their panel without taking care to check how much current they are withdrawing from each phase.

Let's take an example to better explain what can happen:

· Generator with electric power Continuous power of 16 kW; Power factor 0,8; Rated voltage three-phase 400 V.

· Single-phase electrical load to be connected to a total of 8 kW divided as follows:

O Halogen lamps: 5 kW

O Other users with a transformer: 3 kW

Instinctlively the less experienced technician would feel free to connect all the halogen lamps under one stage and the remaining 3 kW under another phase. With this subdivision, considering a current of the halogen lamps that is at least 10 times the nominal current for an average time of 0,12 s, it will not only have problems with the lamps being switched on but will overload the generator for at least 0,12 s will not guarantee voltage and frequency values uitable for feeding the remaining 3 kW with the risk of causing damage to voltage values utside the limits.

....

....Documenti del gruppo elettrogeno: mai senza!..POWER GENERATOR DOCUMENTS: NEVER WITHOUT!....

....

I generatori, siano essi in servizio di emergenza o in funzionamento continuo, devono necessariamente essere dotati di documenti che ne consentano l’utilizzo e l’installazione e l’identificazione.

Quali sono i documenti che dovrebbero essere forniti, sia esso un generatore nuovo oppure un gruppo elettrogeno di seconda mano?

Nei paesi UE possedere un generatore senza i documenti equivale ad avere un serio problema!

..

Generators, whether in emergency or in continuous operation, must necessarily be equipped with documents that permit their use, installation and identification.

What are the documents that should be provided, be it a new generator or a second-generation generator?

In EU countries having a generator without documents is like having a serious problem!

....

....

Manuale di installazione, funzionamento, manutenzione.

Il costruttore per ogni macchina prodotta emette un manuale d’uso e manutenzione che permetta l’utilizzo del prodotto in maniera corretta ed in sicurezza.

Il manuale è quel documento (cartaceo o digitale) che ogni operatore dovrebbe leggere prima di installare o comunque prima di utilizzare il gruppo elettrogeno.

Manuale del motore, dell'alternatore e degli altri componenti del gruppo.

Non è fondamentale disporre del manuale specifico per ogni componente del generatore, salvo casi specifici. Solitamente il costruttore del gruppo elettrogeno provvede il manuale operativo del motore e dell’alternatore.

I produttori dei motori diesel per gruppi elettrogeni distinguono i manuali in diversi tipi, ad esempio quello utente da quello OEM, oppure dal manuale d’officina.

..

Installation, Operation, Maintenance Manual.

The manufacturer for each machine produced gives a user manual and maintenance that allows the use of the product in a correct and safe way.

The manual is that document (paper or digital) that each operator should read before installing or in any case before using the generator set.

Engine, Alternator, and Other Component Manuals.

It is not essential to have a specific manual for each generator component, except for specific cases. Generator generator usually provides the engine and alternator operating manual.

Manufacturers of diesel engine generators distinguish the manuals in different types, such as the user from the OEM or the workshop manual.

....

Schemi unifilari e funzionale, del quadro di comando.

Unitamente a manuali ed altri documenti viene sempre fornito lo schema di collegamento dei conduttori di potenza e quello della logica di comando e controllo (specialmente nel caso di gruppi elettrogeni automatici).

E’ buona norma, nel caso di acquisto di un generatore usato, verificare che i componenti e i collegamenti elettrici corrispondano fedelmente agli schemi elettrici disegni del costruttore. Questo a salvaguardia dell’incauto acquisto di macchine manomesse e quindi non più a norma.

..

Single-functional and functional diagrams of the control panel.

Together with manuals and other documents, the connection diagram for power conductors and control and control logic (especially in the case of automatic generating sets) is always provided.

It is good practice in the case of purchasing a generator that is used, check that the components and electrical connections are faithfully in line with the manufacturer's drawings. This is to safeguard the unhealthy purchase of tamper-evident machines and therefore no longer in compliance.

....

....

Disegni d'assieme e installazione.

L’obbligo o meno di fornire i disegni del gruppo elettrogeno è definito nelle condizioni contrattuali. Solitamente viene fornito uno schema di montaggio oppure un disegno definitivo detto anche “as build”.

..

Assembly and installation drawings.

The obligation to supply designs of the generating set is defined in the contractual terms. An assembly diagram or a definite design is also known as "as build".

....

....

Documentazione delle eventuali prove eseguite.

Un costruttore con la “C” maiuscola provvede al collaudo funzionale e a carico di tutti i gruppi elettrogeni prodotti, mentre altri effettuano dei test a campione per contenere i costi di produzione che inevitabilmente si ripercuotono sul costo del prodotto.

Il collaudo in fabbrica, è una garanzia per chi acquista perché riduce al minimo la possibilità di avarie al momento della messa in servizio.

In un sistema di gestione della qualità ottimale e reale, il collaudo permette di gestire ogni non conformità prima che questa possa essere trasmessa al Cliente finale.

Non vi è obbligo di fornire il documento che attesta la prova di funzionamento del generatore, che in ogni caso è un documento di parte.

Importante distinguere il Report di collaudo dal Certificato di collaudo. Il primo può essere fornito gratuitamente su richiesta, mentre per il secondo potrebbe essere fornito a  pagamento.

..

Documentation of any tests carried out.

A capitalized "C" builder performs functional testing and is responsible for all generating sets produced while others perform sample testing to limit production costs that inevitably affect the cost of the product.

Factory testing is a guarantee for the buyer because it minimizes the possibility of failure at commissioning.

In an optimum and real-time quality management system, testing allows any non-compliance to be handled before it can be transmitted to the final customer.

There is no obligation to provide the document certifying the generator's working test, which in any case is a part document.

It is important to distinguish the Test Report from the Test Certificate. The first can be provided free of charge upon request, while for the second one may be provided for a fee.

....

....

Elenco delle parti di ricambio consigliate per la messa in servizio.

Bisogna sfatare un mito che riguarda le parti necessarie per la messa in servizio: nel 90% dei casi non esistono parti “necessarie” per la messa in servizio di un generatore. Nel restante 10% si tratta di parti di tipo consumabile o specifiche per una particolare applicazione.

..

List of recommended replacement parts for commissioning.

It is necessary to dispose of a myth concerning the parts needed for commissioning: in 90% of cases there are no "necessary" parts for commissioning a generator. In the remaining 10%, these are consumable or specific parts for a particular application.

....

....

Certificato di Garanzia.

Un gruppo elettrogeno ha una garanzia minima del produttore pari a 12 mesi. Il certificato di garanzia è necessario per l'attivazione della stessa, poichè una volta compilato e restituito tramite PEC o raccomandata, costituisce una data certa di attivazione della garanzia e permette al costruttore di attivare le garanzie dei vari componenti.

Attivare la garanzia in ritardo può essere un problema, perchè la maggioranza dei produttori stabilisce un limite massimo di tempo tra la consegna del gruppo elettrogeno e la sua attivazione.

..

Warranty certificate.

A generator has a manufacturer's minimum guarantee of 12 months. The warranty certificate is required for the activation of the warranty, since once it is compiled and returned by PEC or recommended, it is a certain date of activation of the guarantee and allows the manufacturer to activate the guarantees of the various components.

Activating late warranty may be a problem, as most manufacturers set a maximum time limit between the delivery of the generator and its activation.

....

....

Certificato di conformità.

L’obiettivo del certificato di conformità è di assicurare il libero movimento di merci nell’ambito dell’Unione Europea.

Il documento è sempre obbligatorio, ed è importante fare chiarezza su alcuni punti:

a)      Deve essere fornito unitamente con il gruppo elettrogeno. Deve accompagnare il generatore per tutta la sua vita.

b)      Se il gruppo elettrogeno è prodotto fuori dalla UE, il certificato di conformità deve essere emesso da un soggetto comunitario, quindi se proprio si decide di acquistare un prodotto made in China (per esempio) allora è bene accertarsi che l’importatore abbia provveduto ad emettere il certificato.

c)      L’importatore che immette nel mercato Comunitario è il solo responsabile della marcatura e del relativo documento.

Fatte queste premesse vediamo quali sono i dati che deve contenere un certificato di conformità.

..

Certificate of conformity.

The purpose of the certificate of conformity is to ensure the free movement of goods within the European Union.

The document is always mandatory, and it is important to clarify some points:

A) Must be supplied in conjunction with the generator set. He must accompany the generator throughout his life.

(B) If the generator is produced outside the EU, the certificate of conformity must be issued by a Community entity, so if you decide to buy a product made in China (for example) then it is good to make sure that the importer has provided To issue the certificate.

(C) The importer entering the Community market shall be solely responsible for the marking and the relevant document.

By doing so, we see the data that must contain a certificate of conformity.

....

 

....

DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITA`

La dichiarazione CE di conformità deve contenere i seguenti elementi:

— nome e indirizzo del fabbricante o del suo mandatario stabilito nella Comunità;

— nome e indirizzo della persona che detiene la documentazione tecnica;

— descrizione dell’attrezzatura;

— procedura di valutazione della conformità seguita e, se del caso, nome e indirizzo dell’organismo notificato che l’ha effettuata;

— livello di potenza sonora garantita per l’apparecchiatura;

— rinvio alla presente direttiva;

— dichiarazione di conformità ai requisiti della presente direttiva;

— all’occorrenza la/le dichiarazione/i di conformità e estremi delle altre direttive comunitarie applicate;

— il luogo e la data della dichiarazione;

— dati sulla persona abilitata a firmare la dichiarazione giuridicamente vincolante per il fabbricante o per il suo mandatario stabilito nella Comunità.

..

The EC declaration of conformity must contain the following elements:

- the name and address of the manufacturer or his authorized representative established within the Community;

- the name and address of the person holding the technical documentation;

- description of the equipment;

- the conformity assessment procedure followed and, where applicable, the name and address of the notified body which carried it out;

- sound power level guaranteed for the equipment;

- referral to this directive;

- declaration of conformity with the requirements of this directive;

- where applicable, the declaration of conformity and the other community directives applied;

- the place and date of the declaration;

- details of the person empowered to sign the legally binding declaration for the manufacturer or his authorized representative established within the Community.

....

....Applicazioni: I gruppi elettrogeni in spiaggia, quello che c’è da sapere. ..APPLICATIONS: GENERATION SETS ON THE BEACH, WHAT TO KNOW. ....

....

L’Italia è un Paese con oltre 7.000 km di costa, di cui circa 5000 sono balneabili, ma solo una piccola parte di questa è raggiunta dalla rete elettrica.

..

Italy is a country with over 7.000 km of coast, of which about 5000 is bathing, but only a small part of this is reached by the electricity grid.

....

....

Chi gestisce una struttura balneare in una zona non servita dalla rete elettrica nazionale ha dovuto provvedere all’acquisto o al noleggio di un generatore in grado di alimentare le utenze dello stabilimento per tutto il giorno e per tutta la notte.

Che tu voglia acquistare oppure prendere un generatore in affitto, dovresti, come minimo, evitare  di farti odiare dai bagnanti o da chi ti sta vicino e farti etichettare  come molestatore della quiete pubblica o l’inquinatore di turno, non te lo perdoneranno.

Le principali caratteristiche che dovresti valutare in un gruppo elettrogeno destinato a questa applicazione,  sono almeno quattro:

1.       I consumi del gruppo elettrogeno.

2.       Gli intervalli di manutenzione del gruppo elettrogeno.

3.       Caratteristiche e compatibilità ambientale del generatore.

4.       Il livello di rumorosità e le emissioni

..

Whoever manages a seaside facility in an area not served by the national grid has had to purchase or rent a generator that can power the plant's utilities throughout the day and throughout the night.

Whether you want to buy or take a generator for rent , You should, at least, avoid being hated by the bathers or those who are near you and being labeled as a public peace molester or a polluter in turn, will not forgive you.

The main features you should evaluate in a generator set for this application are at least four:

1. Consumption of the generator.

2. Maintenance intervals for the generator set.

3. Features and environmental compatibility of the generator.

4. The level of noise and emissions

....

....

I consumi di un generatore

I consumi di carburante rappresentano una delle voci di costo più importanti nell'esercizio di un gruppo elettrogeno in servizio continuo. Il costo del carburante non è mai stabile o prevedibile ed in ogni caso è quasi impossibile stoccarne grosse quantità in una spiaggia.

I consumi dei principali motori diesel in circolazione possono avere differenze sensibili, questo significa che al 75% del carico elettrico nominale una differenza di meno di 1 litro/ora nel consumo può significare un risparmio di centinaia di euro alla fine mese.

Il consiglio è: fai bene i tuoi conti!

..

Consumption of a generator

Fuel consumption is one of the most important cost items in the exercise of a generating unit in continuous service. The cost of fuel is never stable or predictable and in any case it is almost impossible to store large quantities on a beach.

Consumption of the main diesel engines in circulation may have significant differences, which means that at 75% of the nominal electric load a difference of less than 1 liters per hour in consumption may mean saving hundreds of euros at the end of the month.

The advice is: do your own good!

....

....

Gli intervalli di manutenzione del gruppo elettrogeno.

La manutenzione per un generatore installato in spiaggia a pochi passi dal mare ha un piano di manutenzione che necessariamente deve tenere conto delle condizioni operative di motore e alternatore.

I siti costieri sono caratterizzati da importanti escursioni termiche e da una salinità che penetra le parti sensibili del gruppo elettrogeno andando ad intaccare tutto ciò che non è appropriatamente trattato.

Se possiedi un gruppo elettrogeno e lo utilizzi in un applicazione simile devi sempre effettuare una manutenzione straordinaria ad inizio ed alla fine della stagione, in particolare dovresti provvedere alla pulizia totale delle parti interne ed esterne.

Un officina specializzata dovrebbe lavare, essiccare ed isolare tutti gli avvolgimenti dell’alternatore per evitare che il sale possa corrodere il rame delle bobine.

Nell'immagine puoi osservare l'effetto corrosivo che si trova dentro un alternatore che ha lavorato per 6 mesi in un Lido.

Ovviamente con il noleggio eviti le manutenzioni straordinarie di fine stagione che sono a cura del noleggiatore.

..

Maintenance intervals for the generator set.

 

The maintenance for a generatorInstalled on the beach a few steps from the sea has a maintenance plan that must necessarily take into account the operating conditions of the engine and alternator.

Coastal sites are characterized by important thermal excursions and a salinity that penetrates the sensitive parts of the generating set, thus damaging everything that is not appropriately treated.

If you have a generator set and use it in a similar application, you should always carry out extraordinary maintenance at the beginning and end of the season, in particular you should provide complete cleaning of the internal and external parts.

A specialized workshop should wash, dry, and isolate all alternator windings to prevent salt from corrosion of the coil copper.

In the image you can see the corrosive effect found in an alternator that worked for 6 months in a Lido.

Obviously with the rental avoid the extraordinary end-of-season maintenance which is provided by the charterer.

....

....

Caratteristiche e compatibilità ambientale del generatore.

Un gruppo elettrogeno dovrebbe essere compatibile con l’ambiente marino e soddisfare alcuni importanti requisiti:

·         Tutte le parti esterne ed interne dovrebbero essere verniciate a polveri.

·         La carrozzeria deve necessariamente essere prodotta con lamiera zincata presso piegata. Solo la lamiera zincata unitamente al trattamento superficiale e la verniciatura a polveri garantiscono una doppia protezione contro gli agenti corrosivi.

·         La bulloneria dovrebbe essere in acciaio Inox. In caso contrario dovrai sostituirla praticamente ogni anno.

..

Features and environmental compatibility of the generator.

A generator set should be compatible with the marine environment and meet some important requirements:

· All external and internal parts should be painted with powders.

· The bodywork must necessarily be made with bent galvanized sheet metal. Only the galvanized sheet together with the surface treatment and the powder coating guarantee a double protection against corrosive agents.

· The bolts should be in stainless steel . Otherwise you will have to replace it practically every year.

....

....

·         Il colore dovrebbe essere compatibile con il colore della sabbia o della vegetazione che eventualmente lo circonda.

·         Il telaio deve necessariamente avere una vasca di contenimento perdite per prevenire sversamenti di liquidi inquinanti.

·         I fumi di scarico dovrebbero essere espulsi dalla parte superiore del generatore, e in funzione del sito di installazione si deve valutare l’utilizzo di un parascintille.

·         Sarebbe utile prevedere un filtro separatore in serie al circuito del carburante.

·         Per facilitare le manutenzione può essere utile una pompa estrazione olio dalla coppa.

..

· Color should be compatible with sand or vegetation color Which eventually surrounds it.

· The frame must necessarily have a leakage tank To prevent spills of polluting liquids.

· The exhaust fumes Should be ejected from the top of the generator, and depending on the installation site you should evaluate the use of a parachute.

· It would be useful to foresee a separator filter In series to the fuel circuit.

· To facilitate maintenance, a oil extraction pump may be useful From the cup.

....

IMG_20140523_153836.jpg

....TP20 "Mimetico" 

Questo Gruppo Elettrogeno è stato realizzato su specifica del Cliente, per potersi mimetizzare in Spiaggia.

Il colore è stato realizzando sulla base del colore della sabbia della spiaggia di Villasimius (CA) Italy.

La Bulloneria è tutta in acciaio Inox e l'alternatore è con doppio isolamento.

..

 

TP20 "Mimetic" 

This Elettrogeno Group has been tailored to the customer's specifications, in order to be able to camouflage in the Beach.

The color has been realized based on the sandy color of the beach of Villasimius (CA) Italy.

The Hardware is all made of stainless steel and the alternator is double insulated.

....

....

Il livello di rumorosità e le emissioni

I gruppi elettrogeni sono soggetti a normative Europee in materia di emissioni di Gas in atmosfera e di emissioni acustiche.

I gruppi elettrogeni nelle spiagge, nella grande maggioranza dei casi disturbano i bagnanti.

Gli utilizzatori spesso ignorano quali siano le normative Nazionali, Regionali e Comunali in merito alle emissioni acustiche, ed installano i generatori senza alcun criterio che tenga conto della propagazione del suono.

Di recente ho dato alcuni suggerimenti al titolare di uno stabilimento balneare in Sardegna su come posizionare ed orientare il gruppo elettrogeno in modo tale da diminuire la percezione del rumore, che infatti è risultato decisamente inferiore semplicemente orientando il lato motore verso Nord. (in quel caso specifico ovviamente).

La legge Quadro sull’inquinamento acustico “Legge 26 ottobre 1995, n. 447”, stabilisce i Principi in materia di tutela dell'ambiente esterno dall'inquinamento acustico, ai sensi dell'articolo 117 della Costituzione.

Un gruppo elettrogeno con un livello sonoro superiore a 68db misurati a 7 metri non può essere considerato davvero silenzioso, questo indipendentemente da leggi e norme.

Se hai a cuore l’ambiente e il benessere dei tuoi Clienti / Ospiti, dovresti optare per una soluzione realmente silenziosa e lasciarti guidare da un esperto nel posizionamento del generatore.

La scelta giusta del generatore ti consentirà di avere un risultato ottimale nella gestione del problema, costi certi, ti eviterà di incorrere in sanzioni amministrative o peggio ancora penali e la tua attività ci guadagnerà  anche in immagine

..

The level of noise and emissions

Generating sets are subject to European regulations on emissions of atmospheric gases and noise emissions.

Generating groups in the beaches, in the vast majority of cases, disturb the bathers.

Users often ignore national, regional and municipal noise regulations, and install generators without any criteria that take into account the propagation of sound.

 

I recently gave some suggestions to the owner of a bathing establishment in Sardinia on how to position and orient the generator so as to decrease the perception of the noise, which in fact was significantly lower than simply pointing the motor side towards the north. (That particular case obviously).

The Framework Law on Noise Pollution "Law 26 October 1995, no. 447 ", establishes the Principles concerning the protection of the external environment from noise pollution, according to article 117 of the Constitution.

A generator set with a sound level greater than 68 db measured at 7 meters can not be considered really silent, regardless of laws and regulations.

If you care about the environment and the well-being of your Customers / Guests, you should opt for a truly silent solution and let yourself be guided by an expert in generator positioning.

The right choice of the generator will allow you to have an optimum result in problem management, costly costs, will avoid administrative penalties or even worse penalties and your business will also earn you in the image.

....

 

 

 

 

....Uganda: Fotovoltaico + Generatore Orefice TF80 + Batteria di accumulo..UGANDA: PHOTOVOLTAIC + TF80 GENERATOR + BATTERY STORAGE....

....

Il gruppo elettrogeno Orefice Generators TF80 è in servizio in Uganda nei pressi del Lago Vittoria.

..

The generator TF80  is operating in Uganda near Lake Victoria.

....

....

Si tratta di un Generatore inserito con successo in un moderno impianto di generazione in Isola, il cui scopo è quello di supporto al sistema di accumulo collegato ad un parco fotovoltaico di oltre 800 pannelli.

L’impianto è dotato di un "Energy Management System", ovvero un avanzato sistema di gestione energetica tra le varie componenti, e di un “Battery Management System”, cioè un sistema intelligente di gestione delle batterie.  

L’impianto fornisce elettricità ad oltre 500 utenze domestiche e commerciali, consentendo loro un servizio continuo di illuminazione e l’alimentazione di vari dispositivi elettrici sia per usi domestici che per attività commerciali, quali mulini e macchine del ghiaccio, sostenendo e supportando così la fragile economia locale basata quasi esclusivamente sulla pesca. L’utilizzo dell’energia elettrica è gestito tramite un sistema prepagato via cellulare, e monitorato attraverso contatori intelligenti individuali connessi tra loro ed in remoto.

..

It is a Generator successfully integrated into a modern power plant operating in Island mode with the  purpose of supporting the storage system connected to a photovoltaic park with more than 800 panels.

The plant is equipped with an "Energy Management System". An advanced energy management system between the various components, and a "Battery Management System", that is, an intelligent battery management system.  

The plant provides electricity to over 500 domestic and commercial users, enabling them to have a continuous service of lighting and power supply to various electrical devices for domestic and commercial purposes, such as mills and ice machines,  supporting therefore the fragile local economy based almost exclusively on fishing. The use of electricity is handled via a cellular prepaid system, and is monitored through individual smart meters connected to each other as well as  remotely.

....

I work with a Company that has already purchased the TF80...it is reassuring to know that Orefice support is very responsive...

....

Come funziona questo impianto di generazione in Isola e a cosa serve il generatore?

La particolarità di questo impianto è quella di essere inserito in un contesto in cui la rete elettrica non esiste, quindi tutta l’energia prodotta viene consumata dalle utenze oppure accumulata in una batteria di accumulatori al Vanadio.

Il gruppo elettrogeno entra in funzione solo in caso di manutenzioni sulla parte di accumulo e/o di produzione, oppure in caso di una richiesta di potenza eccessiva per l’impianto stesso.

..

How does this generation plant act in Island mode operation and what is the generator for?

This plant bears the distinction of being placed in a context where the power grid does not exist, so all the produced energy is consumed by the users or stored in a Vanadium accumulator battery.

The generator unit comes into operation only when maintenance is performed on the storage and / or the production part, but also in case of excessive power demand for the plant itself.

....

....

Esistono impianti simili di altre potenze?

In passato abbiamo fornito generatori per applicazioni simili di diverse potenze, a partire da 2kW con generatore 24VDC oppure 48VDC, tutto automatizzato per avviare il generatore automaticamente al calare della carica delle batterie.

Tutte queste applicazioni, indipendentemente dalla potenza, hanno in comune la ricerca della continuità energetica, che è sempre alla base delle nostre soluzioni.

..

Are there any other similar power plants?

In the past we have provided generators for similar applications with different powers, starting from 2 kW with generator 24 VDC or 48 VDC, all automated to start the generator automatically when the charge of the batteries is low.

All these applications, regardless of power, have in common pursuit of energy continuity, which is always the basis of our solutions.

....