Gruppo Elettrogeno di emergenza in Hotel: perché non dovresti sottovalutarlo.

“Siamo stati in questo residence qualche giorno fa per Capodanno… è mancata la corrente elettrica dalle ore 21.30 fino alle ore  04,00   del mattino senza che nessuno abbia fornito una giustificazione al  riguardo o che qualcuno si sia interessato in tempi celeri. Ovviamente il reso almeno parziale delle quote manco è stato preso...”

[Risposta della Struttura]

“Egr. Sig. Matteo, ci dispiace per il disagio causato dalla mancanza dell'energia elettrica durante le ore da lei menzionate ma, come comunicato a tutti i clienti, il problema è stato causato da un guasto nella cabina elettrica dell'Enel e il nostro personale addetto alla manutenzione, sempre presente fino al ripristino, non era autorizzato ad intervenire.”

Se non vuoi vederti costretto a giustificarti come un ragazzino con i tuoi Clienti per qualcosa di cui non hai nemmeno colpe, devi assolutamente leggere questo articolo

 

Nell’ era moderna, dove anche l’operazione più complessa si svolge utilizzando uno smartphone, dire ad un Cliente che la colpa dei tuoi problemi è del gestore di rete è assurdo.

Ti piacerebbe se un Ristoratore ti dicesse che il tuo Spaghetto alla Carbonara non arriverà mai al tuo tavolo perché “quelli del gas” non hanno portato una bombola carica?

Non puoi rimbalzare sul Cliente un problema che è solo ed esclusivamente Tuo.

Gruppo Elettrogeno di emergenza in Hotel: perché non dovresti sottovalutarlo.

Hai mai provato ha tenere gli occhi chiusi per qualche minuto? Così, solo per mettere alla prova gli altri tuoi sensi e magari orientarti dentro un locale o una camera.  A qualcuno capita di svegliarsi durante la notte, alzarsi dal letto e bere un bicchiere d’acqua senza aprire gli occhi nemmeno per un istante.

Mio Nonno, benché avesse perso la vista da ragazzo, ricordava a memoria la maggior parte dei collegamenti elettrici delle bobine di un motore elettrico, ed era addirittura in grado di indicare ad altri come eseguire il collegamento. Ancora oggi sentendone parlare mi domando come riusciva in tutto questo! Io malapena ricordo quello che ho mangiato ieri.

Una cosa è certa: restare al buio senza vedere niente è difficilissimo, ogni operazione diventa complicata e si avverte un senso di insicurezza molto intenso, tanto che riaprendo gli occhi si prova un grande sollievo.

Ora però, proviamo a rendere più complessa la situazione immaginando che più persone all’interno dello stesso locale chiudano gli occhi e debbano orientarsi all’interno di esso senza farsi del male.

Credo che sia decisamente complicato, non trovi?

Se a spegnere la luce sei stato tu?   In questo caso  non hai motivi per staresereno.

Se qualcuno di coloro che sono al buio dovesse subire un danno?  Nessuno vorrebbe essere al tuo posto.

Forse non ci crederai ma questo è quello che può accadere in un Hotel quando viene a mancare l’energia elettrica e tutto si spegne: luci, ascensori, montacarichi, computer, centralini telefonici, videosorveglianza, domotica delle camere, etc etc. Un grande numero di persone (Te compreso) si ritrova ad occhi chiusi a doversi muovere sperando di non fare danni e soprattutto di non fare male a qualcuno.

Forse starai pensando che non sto facendo altro che tirare acqua al mio mulino, d'altronde qui si vive di blackout e di generatori di emergenza durante il blackout, ma ti sbagli.

In realtà la soluzione alla situazione che ho immaginato prima non è quella di avere un gruppo elettrogeno di emergenza in Hotel, ma qualcosa di più: “Possedere un gruppo elettrogeno di emergenza che sia realmente efficiente”.

Tra avere un generatore di emergenza ed averne uno che funziona passa una gran bella differenza, come quella tra lanciarsi da un aeroplano con un paracadute oppure lanciarsi con uno zaino.

La maggior parte degli Hotel con un paio di stelle ed una proprietà orientata sulla qualità del servizio possiede un gruppo elettrogeno di emergenza, ma solo 3 strutture ricettive su 10 ne possiedono uno che funziona realmente.

Come mai? E’ semplice: non fanno manutenzione nel modo corretto!

Quando un Computer non funziona, oppure quando un Climatizzatore è in avaria le strutture ricettive provvedono rapidamente a risolvere il problema, mentre quando si tratta di gruppi elettrogeni di emergenza sembra ci sia sempre tempo a disposizione.

Se sei un manutentore e stai storcendo il naso, posso assicurarti che stai fraintendendo ciò che ho scritto. Lo so che fai  la manutenzione al generatore, ma sappiamo entrambi che hai dei limiti talvolta  tecnici talvolta strutturali e/o temporali per i quali di certo non hai nessuna colpa. (probabilmente spesso ti ritrovi a fare di più di quello che saresti tenuto a fare).

Possiamo dirlo: se fossi un massimo esperto di gruppi elettrogeni di sicuro il generatore sarebbe la macchina più efficiente della struttura e la stessa non andrebbe incontro a perdite economiche e di immagine.

Mi vengono in mente le partite di Calcetto in cui manca il portiere che ha dato buca all’ultimo minuto e capita di entrare a turno in porta. Succede poi che a fine partita c’è sempre il “fenomeno” che tira le somme con gli altri compagni su quanti goal hasubito la squadra per colpa mia mentre stavo in porta.

Ora io dico: ma secondo te se io fossi un “bravo portiere”, verrei mai a giocare a calcetto con te?!

Ecco perché bisogna essere obbiettivi: Il manutentore ordinario anche se  bravo e preparato può fare qualche bella parata, ma per parare un rigore ci vuole un Portiere vero!

 Sicurezza: Tutelarsi Tutelando

Folgorati, ustionati, schiacciati, soffocati, mutilati: di gruppi elettrogeni si può morire.

Essere consapevoli di quelli che sono i rischi durante l’avviamento di un gruppo elettrogeno potrebbe fare la differenza tra un manutentore vivo ed uno morto.

Parlando di sicurezza in hotel o in una qualsiasi struttura ricettiva, ristorante, bar, etc, ci riferiamo principalmente a due figure, quella del cliente è quella dell’impiegato nella struttura.

Entrambe le figure devono essere tutelate allo stesso modo ma con sistemi e strumenti diversi dato che è evidente che il livello di informazione che puoi dare al Cliente non è paragonabile a quello che devi dare al tuo staff.

Per tutelarti devi tutelare, quindi in pratica devi dare evidenza di come hai fornito formazione specifica sulla conduzioni del gruppo elettrogeno e di come questo sia stato mantenuto efficiente attraverso regolari attività manutentive.

Costi: come gestirli

Si possono adottare specifiche strategie per ottimizzare i costi di gestione di un generatore.

La prima cosa da evitare è quella di non gestire la manutenzione con regolarità. Statisticamente, un gruppo elettrogeno senza contratto di manutenzione non funziona proprio nel momento in cui deve funzionare.

Un modo intelligente di gestire i costi è anche quello di pianificare gli interventi manutentivi più importanti nei periodi di basso afflusso di ospiti, permettendo di eseguire distacchi programmati e test funzionali, evitando di dovere richiedere interventi notturni o feriali a tariffe superiori.

Gestire in sicurezza un avaria del generatore in Hotel

Per la tua sicurezza e per quella dei tuoi collaboratori, ti chiedo di evitare soluzioni improvvisate e precarie che possono ritorcersi contro di te. E’ meglio un blackout che un grave incidente.

Appena si manifesta un blackout che non viene prontamente contenuto dal gruppo elettrogeno di emergenza, puoi procedere seguendo questi tre semplici passi:

1.       Individuare l’entità del blackout. Devi stabilire se si tratta di un’avaria interna alla tua struttura oppure  un guasto che interessa una più ampia area servita dal gestore elettrico.

2.       Accertare che non vi siano Ospiti all’interno di eventuali ascensori, quindi metterli fuori servizio.

3.       Solo dopo avere effettuato i precedenti passaggi puoi raccogliere le informazioni sull’avaria e contattare il centro assistenza. Quando contatterai il centro assistenza tieni a portata di mano i dati di targa del gruppo elettrogeno, del motore e dell’alternatore.

Se a leggere questo articolo è un Hotel Manager oppure un Manutentore, posso profetizzare con relativa certezza che in caso di Blackout e di mancato avviamento del generatore, entrambi si precipiteranno davanti al gruppo elettrogeno per cercare di capire cosa stia succedendo.

So benissimo cosa accade in questi casi, quindi ho pensato di farti un regalo: “Un prontuario delle principali avarie del gruppo elettrogeno”. E’ un poster che forniamo a tutti gli Hotel che stipulano un contratto di manutenzione con noi. E’ molto utile in caso di avaria perché ti permette di capire come operare e contattarci consapevole di quelle che sono le informazioni di cui abbiamo bisogno.

I "nostri Hotel" solitamente lo espongono fuori dai locali tecnici, oppure ne tengono una copia in ufficio a portata di mano. Spesso hanno risolto in autonomia molti problemi senza costi di intervento.

Se vuoi ottenere immediatamente e GRATUITAMENTE una copia in formato pdf, puoi utilizzare il form qui sotto e riceverla direttamente sulla tua casella di posta.