Applicazioni: I gruppi elettrogeni in spiaggia, quello che c’è da sapere.

L’Italia è un Paese con oltre 7.000 km di costa, di cui circa 5000 sono balneabili, ma solo una piccola parte di questa è raggiunta dalla rete elettrica.

Chi gestisce una struttura balneare in una zona non servita dalla rete elettrica nazionale ha dovuto provvedere all’acquisto o al noleggio di un generatore in grado di alimentare le utenze dello stabilimento per tutto il giorno e per tutta la notte.

Che tu voglia acquistare oppure prendere un generatore in affitto, dovresti, come minimo, evitare  di farti odiare dai bagnanti o da chi ti sta vicino e farti etichettare  come molestatore della quiete pubblica o l’inquinatore di turno, non te lo perdoneranno.

Le principali caratteristiche che dovresti valutare in un gruppo elettrogeno destinato a questa applicazione,  sono almeno quattro:

1.       I consumi del gruppo elettrogeno.

2.       Gli intervalli di manutenzione del gruppo elettrogeno.

3.       Caratteristiche e compatibilità ambientale del generatore.

4.       Il livello di rumorosità e le emissioni

I consumi di un generatore

I consumi di carburante rappresentano una delle voci di costo più importanti nell'esercizio di un gruppo elettrogeno in servizio continuo. Il costo del carburante non è mai stabile o prevedibile ed in ogni caso è quasi impossibile stoccarne grosse quantità in una spiaggia.

I consumi dei principali motori diesel in circolazione possono avere differenze sensibili, questo significa che al 75% del carico elettrico nominale una differenza di meno di 1 litro/ora nel consumo può significare un risparmio di centinaia di euro alla fine mese.

Il consiglio è: fai bene i tuoi conti!

Gli intervalli di manutenzione del gruppo elettrogeno.

La manutenzione per un generatore installato in spiaggia a pochi passi dal mare ha un piano di manutenzione che necessariamente deve tenere conto delle condizioni operative di motore e alternatore.

I siti costieri sono caratterizzati da importanti escursioni termiche e da una salinità che penetra le parti sensibili del gruppo elettrogeno andando ad intaccare tutto ciò che non è appropriatamente trattato.

Se possiedi un gruppo elettrogeno e lo utilizzi in un applicazione simile devi sempre effettuare una manutenzione straordinaria ad inizio ed alla fine della stagione, in particolare dovresti provvedere alla pulizia totale delle parti interne ed esterne.

Un officina specializzata dovrebbe lavare, essiccare ed isolare tutti gli avvolgimenti dell’alternatore per evitare che il sale possa corrodere il rame delle bobine.

Nell'immagine puoi osservare l'effetto corrosivo che si trova dentro un alternatore che ha lavorato per 6 mesi in un Lido.

Ovviamente con il noleggio eviti le manutenzioni straordinarie di fine stagione che sono a cura del noleggiatore.

Caratteristiche e compatibilità ambientale del generatore.

Un gruppo elettrogeno dovrebbe essere compatibile con l’ambiente marino e soddisfare alcuni importanti requisiti:

·         Tutte le parti esterne ed interne dovrebbero essere verniciate a polveri.

·         La carrozzeria deve necessariamente essere prodotta con lamiera zincata presso piegata. Solo la lamiera zincata unitamente al trattamento superficiale e la verniciatura a polveri garantiscono una doppia protezione contro gli agenti corrosivi.

·         La bulloneria dovrebbe essere in acciaio Inox. In caso contrario dovrai sostituirla praticamente ogni anno.

·         Il colore dovrebbe essere compatibile con il colore della sabbia o della vegetazione che eventualmente lo circonda.

·         Il telaio deve necessariamente avere una vasca di contenimento perdite per prevenire sversamenti di liquidi inquinanti.

·         I fumi di scarico dovrebbero essere espulsi dalla parte superiore del generatore, e in funzione del sito di installazione si deve valutare l’utilizzo di un parascintille.

·         Sarebbe utile prevedere un filtro separatore in serie al circuito del carburante.

·         Per facilitare le manutenzione può essere utile una pompa estrazione olio dalla coppa.

IMG_20140523_153836.jpg

TP20 "Mimetico" 

Questo Gruppo Elettrogeno è stato realizzato su specifica del Cliente, per potersi mimetizzare in Spiaggia.

Il colore è stato realizzando sulla base del colore della sabbia della spiaggia di Villasimius (CA) Italy.

La Bulloneria è tutta in acciaio Inox e l'alternatore è con doppio isolamento.

Il livello di rumorosità e le emissioni

I gruppi elettrogeni sono soggetti a normative Europee in materia di emissioni di Gas in atmosfera e di emissioni acustiche.

I gruppi elettrogeni nelle spiagge, nella grande maggioranza dei casi disturbano i bagnanti.

Gli utilizzatori spesso ignorano quali siano le normative Nazionali, Regionali e Comunali in merito alle emissioni acustiche, ed installano i generatori senza alcun criterio che tenga conto della propagazione del suono.

Di recente ho dato alcuni suggerimenti al titolare di uno stabilimento balneare in Sardegna su come posizionare ed orientare il gruppo elettrogeno in modo tale da diminuire la percezione del rumore, che infatti è risultato decisamente inferiore semplicemente orientando il lato motore verso Nord. (in quel caso specifico ovviamente).

La legge Quadro sull’inquinamento acustico “Legge 26 ottobre 1995, n. 447”, stabilisce i Principi in materia di tutela dell'ambiente esterno dall'inquinamento acustico, ai sensi dell'articolo 117 della Costituzione.

Un gruppo elettrogeno con un livello sonoro superiore a 68db misurati a 7 metri non può essere considerato davvero silenzioso, questo indipendentemente da leggi e norme.

Se hai a cuore l’ambiente e il benessere dei tuoi Clienti / Ospiti, dovresti optare per una soluzione realmente silenziosa e lasciarti guidare da un esperto nel posizionamento del generatore.

La scelta giusta del generatore ti consentirà di avere un risultato ottimale nella gestione del problema, costi certi, ti eviterà di incorrere in sanzioni amministrative o peggio ancora penali e la tua attività ci guadagnerà  anche in immagine